NEWSLETTER - Anno 4 N° 05 - 12.05.2009
 1. FORMAZIONE
La nuova proposta formativa della Provincia di Siena realizzata da Eurobic Toscana Sud
Diventare tecnici qualificati in gestione dei musei
 

 

Un corso per diventare tecnico qualificato in gestione dei musei e pinacoteche. Un percorso formativo gratuito che si svilupperà su un arco 600 ore, dedicato a 12 allievi di cui 6 donne. Questa la proposta della Provincia di Siena, realizzata da Eurobic Toscana Sud in attuazione del Piano di Intervento della Formazione Professionale della Provincia di Siena per l’anno 2008 con il concorso finanziario dell'Unione Europea, del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e della Regione Toscana. Il tecnico qualificato in gestione dei musei e pinacoteche è una professionalità che opera nel settore dell'attività di biblioteche, archivi, musei ed altre attività culturali e in particolare nella manutenzione e nel restauro. Si occupa del recupero e della conservazione del patrimonio museale esistente, riconosce le situazioni di rischio e identifica gli spazi espositivi utilizzabili e la collocazione delle opere. Gli sbocchi occupazionali portano verso la pubblica amministrazione, ma anche verso i privati che si occupano di cultura e musei. Il corso è articolato in due moduli per un totale di 600 ore, di cui 350 in aula e 250 di stage. In fase di selezione sarà data la priorità a due over 45 anni di età. L’attività formativa si rivolge a tutti coloro che possiedono un titolo di studio attestante il compimento del percorso relativo al secondo ciclo dell'istruzione, oppure una qualifica professionale di II livello, oppure il diploma di scuola secondaria di primo ciclo più esperienza lavorativa biennale nel settore di riferimento. Le lezioni si terranno presso la sede di Eurobic ad Abbadia San Salvatore, nel periodo maggio-novembre 2009. La domanda dovrà essere indirizzata e spedita oppure consegnata direttamente a Eurobic Toscana Sud Spa, Via Hamman, 98, 53021, Abbadia San Salvatore. Dovrà pervenire entro le 17 del 15 maggio. I moduli di iscrizione sono reperibili presso gli uffici e le sedi di Eurobic, gli uffici del servizio Formazione-Lavoro e i Centri per l'Impiego dell'amministrazione provinciale di Siena. Possono anche essere scaricati dal sito www.bictoscanasud.it.

 
 2. SVILUPPO
Il progetto europeo di cui è partner Eurobic recentemente approvato che ha ricevuto il contributo della Commissione Europea per un valore complessivo di 1milione e 700mila euro
Mediss: rafforzare l’innovazione nelle produzioni agro-alimentari del territorio
 
 

Rafforzare la capacità di innovazione di tutte le aziende che fanno parte della filiera dei profumi e sapori del Mediterraneo. Un settore che può essere importante anche per la Toscana e la provincia di Siena. Questo è l’obiettivo del progetto europeo di cui è partner Eurobic Toscana Sud che ha ricevuto il finanziamento della Commissione Europea nell’ambito del programma MED. Un progetto importante che vede capofila l’Università dei Sapori e degli Aromi della Provenza e che si svilupperà su un arco di tre anni per un investimento complessivo di 1milione e 700mila euro. Il budget previsto per le azioni di Eurobic è di 310.000 Euro. Le piccole aziende agro-alimentari del territorio, quelle che coltivano piante aromatiche per medicinali, profumi, cosmetici, saranno coinvolte nelle attività progettuali. L’obiettivo è creare una vera e propria filiera, nella quale le aziende possono fare sistema tra loro e con i centri di ricerca, identificare i loro bisogni di innovazione ed accompagnarle nell’elaborazione di progetti innovativi. Azioni dunque utili per innovare le produzioni, diversificarle, renderle più attraenti per il mercato, rispondere a nuovi bisogni. Partner del progetto insieme ad Eurobic, ONIPPAM, l’associazione nazionale francese che riunisce le professioni legate a piante aromatiche e medicinali e ai profumi, l’Agenzia di Sviluppo di Moura Alentejo in Portogallo, AGENFORM Agenzia dei servizi formativi per la Provincia di Cuneo, l’Università di Catania. Eurobic all’interno del progetto è responsabile dell’attività di analisi preliminare dei territori partecipanti. Sarà compito del centro servizi individuare gli attori della filiera produttiva, le organizzazioni, le relazioni e analizzare i bisogni di innovazione. Le informazioni raccolte saranno la base di partenza per la costruzione di collaborazioni tra i partner, le aziende e gli istituti di ricerca in progetti innovativi sviluppabili sui territori o a livello transnazionale.

 
 3. SOCIALE
Il nuovo progetto approvato dalla Regione Toscana. L’obiettivo: creare reti di imprenditrici agricole tra l’Italia e la Francia
Eurobic esporta la propria esperienza alla Bretagna
 
 

Esportare l’esperienza di Eurobic Toscana Sud nella creazione di reti di donne imprenditrici nel turismo ed agricoltura alla Camera dell’Agricoltura di Cote d’Amour, in Bretagna. Questo è il progetto presentato da Eurobic insieme all’associazione Cipatt Sviluppo Rurale Siena alla Regione Toscana, sul fondo sociale europeo, che ha ricevuto un finanziamento di 125.000 Euro. L’obiettivo è quello di creare un’unica rete tra le donne imprenditrici agricole del territorio della provincia di Siena e le donne imprenditrici agricole francesi, al fine di mettere in atto progetti di cooperazione, fino ad arrivare alla definizione di protocolli di intesa per il coinvolgimento delle istituzioni al consolidamento e sviluppo della rete transnazionale. La prima riunione dei partner è prevista per la fine di maggio in Francia, poi daremo il via alle iniziative previste. L’Eurobic ha maturato importanti esperienze in questo settore. Ne sono esempi il progetto Donne in Val d‘Orcia e il progetto La rete delle donne in Val di Merse – “le Turiste”. Un modello di lavoro e dei risultati da esportare all’estero. Il progetto prevede di implementare e migliorare le prassi in essere nei paesi partner, condividendo modelli transnazionali, esperienze, opinioni e metodologie. Si articolerà in un periodo di 12 mesi, ed è sostenuto dalla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Siena, dall’Associazione Donne in Campo Toscana, dalla Confederazione Italiana Agricoltori di Siena. Eurobic Toscana Sud svolgerà il ruolo di promotore del progetto, si occuperà della gestione, predisporrà gli strumenti ad uso dei partner, avvierà la fase operativa. L’associazione CIPAAT SR Siena coadiuverà l’Eurobic nella gestione del progetto stante la sua rete di relazioni tanto sul territorio senese quanto a livello regionale. La Chambre de l’Agricutlture Cote d’Armor, in particolare, oltre alla fase di studio preliminare, si occuperà della organizzazione dei focus group locali.

 
 4. SVILUPPO
La proposta presentata da Apslo, Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale alla Regione Toscana, che vede ha come partner Eurobic Toscana Sud
Disegnare il polo delle Nanotecnologie in Valdelsa
 


 

Disegnare un polo delle nanotecnologie in grado di fungere da motore di innovazione per il sistema produttivo interessando più settori merceologici. Questa è la finalità della proposta presentata da Apslo, Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale alla Regione Toscana, che vede come partner Eurobic Toscana Sud, per un contributo richiesto di 175.000 Euro utile per sviluppare il piano di fattibilità. Eurobic costituirà il braccio tecnico operativo di Apslo nella gestione e nel coordinamento. Il Polo Toscano delle Nanotecnologie vuole essere un nucleo propulsivo d’innovazione, un’opportunità per sostenere i settori maturi o stimolarne la necessaria riconversione, uno stimolo alla nascita di nuove iniziative imprenditoriali. L’obiettivo è poi quello di amplificare al massimo la ricaduta della ricerca sulle nanotecnologie nell’innovazione del sistema manifatturiero toscano. Il Polo così punta a divenire una struttura di riferimento regionale e a fornire un importante contributo in termini di razionalizzazione e valorizzazione dei sistema dei servizi alle imprese. Sono partner oltre Apslo, Eurobic Toscana Sud, la Scuola Normale Superiore di Pisa, Tinnova (Azienda Speciale delle Camere di Commercio di Prato e Firenze), Etruria Innovazione Scpa, Istituzione Distretti Industriali della Provincia di Arezzo. Sostengono invece il progetto il Comune di Poggibonsi, Colle Val d’Elsa, San Gimignano, Capannori, la Camera di Commercio di Pisa e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Ed ancora, Confindustria Siena, Confindustria Arezzo, CNA Siena, Consorzio Siena Energia, Distretto Cartario di Capannori Lucca, Consorzio del Cristallo di Colle Val d’Elsa. Sono sostenitrici anche le aziende manifatturiere Colorobbia spa, Calp e Trigano spa, nonché i poli tecnologici, centri di ricerca, spin off università: Fondazione Toscana Life Sciences, Polo Universitario di Colle Val d’Elsa, Cosvig S.r.l. (in rappresentanza del Polo C.C.ERIN sull energie rinnovabili), Laboratorio regionale Polylab CNR – INFM, I2T3 (Innovazione tramite trasferimento tecnologico), Advanced Catalysts, Extrasolution srl (Polo Navacchio), Spin-pet.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news