NEWSLETTER - Anno 4 N° 07 - 06.07.2009
 1. SVILUPPO
Il 18 e il 19 giugno scorsi a Siviglia, presso l’Istituto Andaluso di Tecnologia, si è tenuto il primo incontro. Il progetto Europeo a cui partecipa Eurobic ha come obiettivo realizzare una piattaforma tecnica ambientale per il settore agro alimentare del Mediterraneo.
Ha preso il via Agro-Environmed
 

 

Ha preso il via Agro-Environmed, il progetto Europeo a cui partecipa Eurobic e che ha come obiettivo realizzare una piattaforma tecnica ambientale per il settore agro alimentare del Mediterraneo. Il 18 e il 19 giugno scorsi a Siviglia, presso il sistema Andaluso Tecnologie, si è tenuto il primo incontro. Agro- Environmed è parte del programma MED e si svilupperà su un arco di due anni, fino a settembre 2011. Il capofila è l’Istituto Andaluso di Tecnologia. Sono partner il National and Kapodistrian University of Athens (Grecia), la Prefecture of Florina (Grecia), il Parco Scientifico e Tecnologico Siciliano, l’Environment Water Town Planning And Housing Department Of Valencian Government (Spagna), Regional Government For Environment Andalusia (Spagna), Eurobic Toscana Sud, Associazione Imprenditoriale Alentejo (Portogallo) Centro di ricerca scientifica Bistra Ptuj (Slovacchia), Crit Food Alimentary PACA (Francia), Regione Puglia, Sviluppo Economico, Croatian Cleaner Production Centre (Croazia). L’obiettivo del progetto è la promozione dell’innovazione ecosostenibile per le piccole e medie imprese del settore agro alimentare mediterraneo attraverso la creazione di una piattaforma a sostegno delle tecnologie ambientali e le best practices eco-innovative. Agro- Environmed risponde alla crescente importanza delle tecnologie ambientali dato l’importante contributo che danno in termini di riduzione dell’impatto sulle risorse naturali, di miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini e quindi di competitività e crescita economica. Il progetto risponde inoltre all’ETAP (EU Environmental Technologies Action Plan – 2004) nel supportare l’innovazione e lo sviluppo di tecnologie ambientali ed il loro inserimento nel mercato

 
 2. FORMAZIONE
Continuano a settembre i seminari per i nuovi amministratori della provincia di Siena promossi dalla Lega delle Autonomie Locali
“Le fonti di finanziamento per gli enti locali”
 
 

Continuano a settembre i seminari per i nuovi amministratori della provincia di Siena. Il Bic ha infatti l’incarico per conto della Lega delle Autonomie Locali di sviluppare la segreteria organizzativa. Dopo il primo appuntamento del 25 giugno, il calendario propone il 17 settembre, presso l’auditorium della Confesercenti Strada Statale 7 levante, 10, a Siena, l’incontro dal titolo “Le fonti di finanziamento per gli enti locali”. Il seminario sarà tenuto da Alberto Faleri, della Fondazione Monte dei Paschi e da Fabio Carozzino, dell’Agenzia Provinciale per lo Sviluppo Locale. Si inizia alle 15.30 per finire alle 18.30. Il seminario si focalizzerà sugli strumenti in grado di individuare programmi e modalità di accesso ai finanziamenti erogati da enti come la Fondazione o da enti pubblici come la Regione Toscana o l’Unione Europea. Si affronteranno argomenti anche relativi al Programma Operativo Regionale, al Piano regionale per lo Sviluppo Economico, al Piano di Sviluppo Rurale, al Piano Integrato della Cultura, al Piano Integrato Sociale Regionale, al Piano Integrato delle Energie Rinnovabili. L’iniziativa della Lega delle Autonomie Locali è rivolta agli amministratori neo eletti (sindaci, assessori, consiglieri). L’obiettivo è quello di offrire agli eletti e ai decisori delle Terre di Siena un momento di confronto e aggiornamento sulle innovazioni e sugli standard di un’azione pubblica che si evolve con estrema rapidità.

 
 3. SVILUPPO
Continua il progetto europeo che ha l’obiettivo di rafforzare la capacità di innovazione di tutte le aziende che fanno parte della filiera dei profumi e sapori del Mediterraneo
Il 7 e l’8 luglio Mediss arriva a Siena
 
 

Il 7 e l’8 luglio Mediss arriva a Siena. All’Orto de’Pecci, workshop sul progetto europeo di cui è partner Eurobic Toscana Sud. L’obiettivo è quello di rafforzare la capacità di innovazione di tutte le aziende che fanno parte della filiera dei profumi e sapori del Mediterraneo. Un settore che può essere importante anche per la Toscana e la provincia di Siena. Il programma per le due giornate di luglio prevede per il 7, alle 14.30, il benvenuto del direttore di Eurobic Simonetta Cannoni. Dalle 14.45 alle 18 si terrà il Comitato di Pilotaggio del progetto per la verifica formale delle azioni in corso. Mecoledì 8 luglio dalle 10 alle 11.15 i cinque territori che partecipano si presenteranno. Interverranno quindi Eurobic e gli altri partner. Successivamente saranno illustrate le proposte da approfondire e presentata la metodologia di analisi della filiera da parte di Eurobic. La chiusura dei lavori è prevista intorno alle 17 con la definizione de nuovo calendario dei lavori. Il progetto europeo ha ricevuto il finanziamento della Commissione Europea nell’ambito del programma MED. Un programma importante che vede capofila l’Università dei Sapori e degli Aromi della Provenza e che si svilupperà su un arco di tre anni per un investimento complessivo di 1milione e 700mila euro. Il budget previsto per le azioni di Eurobic è di 310.000 Euro. Le piccole aziende agro-alimentari del territorio, quelle che coltivano piante aromatiche per medicinali, profumi, cosmetici, saranno coinvolte nelle attività progettuali. La finalità è quella di creare una vera e propria filiera, nella quale le aziende possono fare sistema tra loro e con i centri di ricerca, identificare i loro bisogni di innovazione ed accompagnarle nell’elaborazione di progetti innovativi. Partner del progetto insieme ad Eurobic, ONIPPAM, l’associazione nazionale francese che riunisce le professioni legate a piante aromatiche e medicinali e ai profumi, l’Agenzia di Sviluppo di Moura Alentejo in Portogallo, AGENFORM Agenzia dei servizi formativi per la Provincia di Cuneo, l’Università di Catania. Eurobic all’interno del progetto è responsabile dell’attività di analisi preliminare dei territori partecipanti. Sarà compito del centro servizi individuare gli attori della filiera produttiva, le organizzazioni, le relazioni e analizzare i bisogni di innovazione.

 
 4. FORMAZIONE
Otto appuntamenti per la scuola di direzione aziendale per corsi appositamente dedicati a piccole e medie imprese. Tra gli argomenti, centrali le strategie per il periodo di crisi
“Le strategie aziendali in periodi di incertezza”
 

 

“Le strategie aziendali in periodi di incertezza” è il testo del corso che apre la quarta edizione per la Business School. È il segno del periodo che stiamo attraversando e una risposta che la scuola di direzione aziendale vuole dare. Il corso è realizzato da Eurobic e si terrà presso la sede del centro servizi, in Località Salceto, a Poggibonsi. La Business School è promossa dalla Provincia di Siena e da Agenzia Provinciale dello Sviluppo Locale, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi. Il primo corso si svolgerà in due giornate, 10 settembre e 24 settembre. L’obiettivo è quello di portare i partecipanti a riflettere sulle proprie risorse inutilizzate e sull’urgenza di una razionalizzazione delle proprie conoscenze per affrontare i periodi di incertezza. Analisi del mercato e dei concorrenti in condizioni di incertezza, risorse competizioni e relazioni come elementi dell’iper competizione, fattori critici di successo e mappatura del sistema del valore, ruolo della tecnologia e dell’innovazione nei periodi di crisi, case study sul capitale umano, intellettuale e relazionale. Sono queste le materie che saranno affrontate dal docente Andrea Lipparini, professore di Gestione dell’Innovazione presso l’Università degli Studi di Bologna, attualmente è anche consigliere di amministrazione di Air Dolomiti - Lufthansa. La Business School è diventata una realtà di riferimento e di aggregazione per tutti quei soggetti e istituzioni che perseguono l’alta qualità e l’efficienza come condizioni per la crescita e la competitività sul sistema economico. La parola d’ordine dell’approccio è efficacia. L’approccio didattico prescelto favorisce il trasferimento di esperienze con metodologie che alternano momenti teorici e momenti pratici, con ampio ricorso a role playing, simulazioni video registrate, analisi di casi aziendali, project work, con la soluzione di problemi concreti che ognuno incontra quotidianamente nella pratica sociale e d’impresa.

 
 5. FORMAZIONE
Un percorso di formazione che accompagna la donne nello sviluppo di una azienda. Dieci le proposte che riceveranno un contributo. Le domande entro il 6 luglio
Donne creano impresa
 

 

Un percorso di formazione che accompagni le donne nello sviluppo di una azienda. È “Donne creano impresa” la nuova proposta della Provincia di Siena realizzata con Eurobic in attuazione del Disciplinare del Fondo per lo Sviluppo Economico, dell’Accordo di Programma finalizzato allo sviluppo economico e del Patto Territoriale di Genere per l’occupazione femminile e la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. Il progetto è finalizzato a selezionare 10 idee imprenditoriali e ad aiutare le destinatarie a sviluppare e concretizzare “l’idea” fino all’avvio dell’attività. Attraverso un percorso integrato di orientamento e poi di formazione, accompagnamento e consulenza, sarà prestata particolare attenzione alle condizioni di consolidamento delle imprese. Le domande possono essere presentate entro oggi il 6 luglio presso Eurobic Toscana Sud. Il Centro Servizi ha effettuato un’indagine preliminare che ha individuato sul territorio gli elementi da valorizzare e da trasformare in opportunità imprenditoriali. Tra gli altri ci sono fattori ambientali e storico-culturali. Ora saranno selezionate le 10 migliori idee d’impresa, valutate sulla base dei risultati dell’indagine e delle priorità che ne sono scaturite e sarà organizzato un percorso formativo per le aspiranti imprenditrici. Il progetto prevede una prima fase di orientamento al lavoro autonomo e di impresa, con 16 ore e 4 incontri rivolto a tutte le candidate per mettere a fuoco l’idea di impresa o di lavoro autonomo. Al termine, una commissione valutatrice, presieduta dalla Provincia di Siena, selezionerà le dieci migliori idee che inizieranno il percorso integrato di formazione e consulenza. La formazione – 80 ore - affronterà tutti gli aspetti per l’elaborazione del Business/Job Plan. Il project work – 44 ore di cui 10 assistite – vedrà la elaborazione del piano di impresa. Quattro ore per partecipante saranno di accompagnamento e tutoraggio, una fase sarà dedicata alla strutturazione ed al rafforzamento delle identità professionali ed imprenditoriali e all’avvio dell’attività. Ciascun progetto che accederà al percorso di formazione riceverà un contributo individuale di 4.000 euro quale rimborso spese per la costituzione della nuova impresa o attività autonoma. L’orientamento si terrà a Siena, la formazione e la consulenza presso Eurobic.

 
6. FORMAZIONE
La nuova proposta formativa della Provincia di Siena realizzata da Eurobic
Tecnico qualificato per i sistemi di automazione: il bando è prorogato fino ad agosto
 

 

È ancora possibile iscriversi al corso per diventare tecnici qualificati per i sistemi di automazione. Il bando infatti è stato prorogato fino al 31 agosto. Il percorso di formazione nasce da una proposta della Provincia di Siena ed è realizzata da Eurobic Toscana Sud. Il tecnico per i sistemi di automazione è un professionista che opera nel settore della fabbricazione di macchine a controllo automatico. Sviluppa software applicativi di automazione, gestisce PC e terminali, individuali o in rete, per la realizzazione degli automatismi. Progetta e gestisce protocolli di interfacciamento tra presidi elettronici e centri di lavorazione, implementa le applicazioni e il controllo. Le domande potranno essere presentate fino al 31 agosto prossimo. Il percorso formativo è realizzato in attuazione del Piano di Intervento della Formazione Professionale della Provincia di Siena per l'anno 2008, realizzato con il concorso finanziario dell'Unione Europea, del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e della Regione Toscana. Il corso si articolerà su un arco di 600 ore, di cui 300 ore di stage, per 12 allievi di cui 6 donne e 2 over 45. Le conoscenze del tecnico qualificato per i sistemi di automazione spaziano dall’elettrotecnica all’elettronica, la logistica industriale, i processi produttivi, l’informatica di base, l’architettura dei sistemi di controllo, i linguaggi di programmazione scientifici, le tipologie degli automatismi, robotica e flessibilità. Gli sbocchi occupazionali sono rivolti all’impresa manifatturiera. Durante il corso saranno sviluppate competenze legate allo sviluppo dei software applicativo di automazione, la gestione dei PC. Altre materie di studio saranno la progettazione e gestione dei protocolli di interfacciamento tra presidi elettronici e centri di lavorazione, l’implementazione delle applicazioni e controllo. Si approfondiranno anche i temi legati ai rapporti interpersonali e i livelli di responsabilità. I moduli d’iscrizione sono reperibili presso Eurobic (dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00) così come sul sito www.impiego.provincia.siena.it, alle voci cerc@corsi e bandi, oppure presso i Centri per l’impiego della Provincia di Siena. Prima dell’avvio del corso sarà effettuata una selezione attraverso colloquio e test scritto.

 
7. FORMAZIONE
Le domande dovranno essere presentate entro il 15 settembre presso l’Eurobic Toscana Sud Spa di Poggibonsi
Corso gratuito per la formazione di tecnici nel disegno e nella tecnologia meccanica Cad-Cam
 

 

La Provincia di Siena conferma la sua attenzione per il mondo del lavoro promuovendo, insieme ad Eurobic Toscana Sud Spa, un corso gratuito di qualifica per tecnico nel disegno e nella tecnologia meccanica Cad Cam. Il bando prevede un percorso didattico di 600 ore al quale parteciperanno 12 allievi, di cui 6 donne e 2 over 45. Il termine di presentazione delle domande scadrà il 15 settembre alle 17. Il percorso didattico sarà costituito da una formazione in aula e da un tirocinio sul campo. Le lezioni si svolgeranno da ottobre 2009 a marzo 2010 all’ ITIS Sarrocchi di Siena. L’intero progetto è stato realizzato in attuazione del piano di intervento della formazione professionale della Provincia di Siena per l’anno 2008 con il concorso finanziario dell’Unione Europea, del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e della Regione Toscana. Per partecipare al corso è necessario possedere alcune conoscenze di base nel settore tecnico industriale o professionale, essere disoccupati o in mobilità ed aver compiuto 18 anni. Il bando si rivolge sia a cittadini italiani, che stranieri. Nel caso in cui le domande siano superiori ai posti disponibili l’ammissione al corso verrà valutata in base al superamento di un’apposita selezione. L’obiettivo del corso è quello di creare figure professionali altamente qualificate in grado di eseguire disegni meccanici, gestire le librerie grafiche e definire in linguaggio di progettazione le specifiche tecniche dei singoli pezzi da realizzare. Il naturale sbocco occupazionale è costituito dalle imprese manufatturiere. L’intero bando e la relativa modulistica è disponibile presso i centri per l’impiego della Provincia di Siena e sul sito www.impiego.provincia.siena.it. Per ulteriori informazioni Eurobic Toscana Sud Spa rimane a disposizione sia nella sede di Poggibonsi, località il Salceto 121 -numero di telefono 0577/99501- sia ad Abbadia San Salvatore, Via Hamman 98, telefono 0577/776942.

 
8. SOCIALE
Il nuovo progetto di Eurobic Toscana Sud a cui partecipa il Vivaio di Imprese di Firenze e
partner europei

Un network europeo per sostenere l’imprenditoria femminile e dei
più giovani
 

 

Creare un network europeo, permanente e funzionale, nel settore dei servizi di sostegno all’imprenditorialità e all’autoimpiego, rivolto a soggetti deboli come donne, migranti e giovani. Tutto questo a partire dal Vivaio di Imprese, già costituito nel 2002. Il Vivaio, promosso da Eurobic Toscana Sud , dall’Associazione Progetto Arcobaleno, da Euroteam Progetti e dalle Reti di Kilim, con il sostegno del Comune e della Provincia di Firenze, della Camera di Commercio di Firenze e della Regione Toscana, da rappresenta un centro di eccellenza e di qualità del territorio fiorentino in materia di supporto all’avvio di imprese e di lavoro autonomo. Grazie al progetto di internazionalizzazione finanziato dalla Regione Toscana (nell’ambito del POR Ob. 2 2007-2013 Asse V Transnazionalità ed Interregionalità), lo staff del Vivaio potrà allargare e rafforzare la propria rete sociale a livello internazionale, creando i presupposti per l’aggiornamento e lo sviluppo di nuove iniziative L’obiettivo è quello di attivare un meccanismo di networking e cooperazione di respiro europeo, individuare specifiche aree di interesse comune, realizzare un piano di comunicazione, promuovere la propria rete di microaziende nel network europeo per facilitare percorsi di internazionalizzazione delle attività nate con il supporto del Vivaio di Imprese. Ed infine, è finalità del progetto assicurare al Vivaio l’opportunità di attingere alle esperienze e ai modelli adottati dai colleghi europei nelle tematiche di interesse: informazione, formazione, consulenza, mentoring, microcredito per soggetti non bancabili, networking, mainstreaming. La partnership raccoglie enti impegnati a vario titolo, in altre regioni europee, nell’ambito dei servizi per l’imprenditorialità, in particolare TKNIKA (Spagna), che si occupa della diffusione della cultura di impresa tra i giovani e nell’educazione scolastica, Oficina Da Inovacao BIC do Minho (Portogallo), che si occupa di sviluppo locale, Gründerinnenagentur (Germania) e Frauenbetriebe (Germania), che si occupano specificatamente di imprenditoria femminile. I partner stranieri sono stati selezionati in base alle buone prassi di cui sono portatori ed alle precedenti esperienze già realizzate, nonché all’affinità con il Vivaio di Imprese per tipologia di servizi e target assistito e alla volontà di investire in un’azione di partenariato internazionale.



www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news