NEWSLETTER - Anno 5 N° 06 - 15.06.2010
1. FORMAZIONE
I progetti che Eurobic Toscana Sud ha presentato alla scadenza del 10 maggio 2010 in riferimento al bando della Provincia di Siena
Sociale, turismo e nuove professioni: ecco le proposte formative
di Eurobic
 


 

Sociale, turismo, nuove professioni, ambiente. Sono i settori in cui si collocano le proposte formative che Eurobic ha presentato alla scadenza del 10 maggio scorso in riferimento al bando della Provincia di Siena (POR FSE anno 2010). Dodici in totale le proposte. Tra queste ci sono il corso per guide turistiche, assistenti base, corsi dedicati alla pelletteria e al disegno di prodotti industriali nell’area dell’Amiata. Ed ancora, marketing, contabilità, assistenti di base, tecnico della gestione delle fasi produttive per la Valdelsa. Intorno ad ogni progetto Eurobic ha costruito una vasta rete di sostegni: dagli enti locali alle associazioni di categoria, dalle università alle imprese e alle associazioni. Numerose inoltre le collaborazioni con le altre agenzie del territorio e con le aziende che hanno fornito la loro disponibilità ad accogliere i corsisti in stage. Entrando più nel particolare, in base alle priorità indicate direttamente dalla Provincia, Eurobic ha operato nei settori che tradizionalmente contraddistinguono l’attività dell’agenzia, rispondendo alle specifiche esigenze del territorio e degli utenti. Oltre alla consueta attenzione per il settore sociale nell’ambito del quale sono stati presentati due progetti relativi alla formazione di addetti all’assistenza di base ed un progetto per addetta ai piani mirato all’inserimento lavorativo di donne over 35 anni, Eurobic ha dato priorità ai settori produttivi del territorio. La formazione di nuove figure qualificate nella gestione delle fasi di produzione, nella gestione della contabilità, nel disegno industriale, nel marketing può rappresentare un elemento di ripresa e di innovazione per le imprese che vi operano. Questo è l’obiettivo. Continua inoltre l’attenzione all’ambiente: fondamentale e strategico per il territorio. Dopo la partecipazione al corso “Tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda”, ovvero l’IFTS dedicato all’energia e all’ambiente e al progetto di cooperazione trasnazionale dedicato alle energie rinnovabili, Eurobic ha presentato un progetto relativo alla formazione di una figura qualificata nelle attività di analisi e monitoraggio di sistemi di gestione ambientale. Uno spazio di rilievo è, infine, riservato alla formazione nel settore turistico, tradizionale ambito di azione di Eurobic nell’ambito del quale sono stati presentati progetti sia in qualità di capofila che in partenariato. Di rilievo il progetto relativo alla formazione di un tecnico nella gestione dei programmi comunitari: di fronte alla necessità di cogliere le opportunità finanziarie che vengono dall’UE e di confrontarsi con le altre realtà europee, cresce la necessità di avere a disposizione personale qualificato, capace di gestire progetti di cooperazione e intercettare risorse e opportunità.

 
 2. SVILUPPO
Chiuso il progetto sul polo dell’energia, presentato il rendiconto
Concluse le attività relative allo studio di fattibilità per la costituzione del polo delle energie rinnovabili
 

 

Concluso lo studio di fattibilità per la costituzione di un polo regionale di innovazione nel settore delle energie rinnovabili. Si tratta di un centro di competenza che si occuperà del trasferimento tecnologico allo scopo di rafforzare le relazioni tra sistema della ricerca ed impresa. Era questo l’obiettivo del progetto “Centro di Competenze per le energie rinnovabili”, finanziato dalla Regione Toscana, a cui ha partecipato Eurobic Toscana Sud in qualità di partner. Lo scopo dell’iniziativa, che vuole portare alla costituzione di un polo regionale nel settore delle rinnovabili, è quello di incrementare la capacità di innovazione, la competitività e il cambiamento strutturale del tessuto produttivo toscano. In particolare il polo si occuperà dei settori collegati al fotovoltaico, mini-eolico, geotermico, idrogeno, al risparmio energetico con la domotica residenziale e la geotermia. L’obiettivo è quello di farne una delle infrastrutture regionali dell’innovazione, un punto di riferimento al fine di facilitare l’interazione e lo scambio di conoscenze, sia in riferimento al trasferimento tecnologico che alla formazione degli operatori del settore. Eurobic, in qualità di agenzia formativa accreditata, ha approfondito gli aspetti formativi relativi alle attività del futuro polo per delinearne gli ambiti di azione, i percorsi formativi da realizzare. Allo stesso tempo Eurobic, a partire dalla sua esperienza in ambito di cooperazione trasnazionale, ha dato il proprio contributo in riferimento alla prospettiva internazionale del polo e alla sua capacità di interfacciarsi con analoghe realtà europee che operano nel settore delle rinnovabili. Sono stati partner del progetto il Co.Svi.G. srl (capofila), Tinnova – Azienda speciale delle Camere di Commercio di Firenze e Prato, il Consorzio Polo Tecnologico della Magona, la Fondazione per il clima e la sostenibilità.

 
 3. FORMAZIONE
La nuova proposta è promossa dalla Regione Toscana, finanziata dalla Provincia di Siena grazie al Fondo Sociale Europeo e realizzata da Eurobic
A fine giugno al via alle lezioni per il “Tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda”
 
 

Selezione effettuata a fine maggio per la partecipazione al corso gratuito per “Tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda”. Gli iscritti sono stati 64, 20 invece il numero dei partecipanti. A fine mese il via per le lezioni. Occuparsi di ambiente ed energia nonché di sicurezza ambientale. Temi all’avanguardia e di grande attualità per le nuove professioni. Sono questi gli argomenti protagonisti di questa nuova proposta formativa che viene realizzata da Eurobic Toscana Sud in partenariato con Università degli Studi di Firenze, Ente Senese Scuola Edile, Istituto Tecnico Industriale Statale “Tito Sarrocchi”, Confindustria Siena, CNA –Siena, Siena Ambiente, Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche Co.Svi.g., Intesa. Il corso è promosso dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Siena. Tutto questo in attuazione del Piano IFTS 2007/2010, il finanziamento è dalla Provincia di Siena grazie al Fondo Sociale Europeo. Le lezioni, gratuite, si sviluppano per 960 ore e si svolgono a Poggibonsi presso la sede di Eurobic ed in parte (per le attività di laboratorio) presso l’Istituto Sarrocchi a Siena. In aula, 510 ore di lezione e 450 di stage presso aziende ed enti del settore in Italia e all’estero. L’orientamento si svolgerà prima dell’inizio del corso e saranno 4 ore collettive per formare il gruppo e spiegare gli obiettivi progettuali. Si terrà presso la sede del Bic il 22 giugno dalle 9,30 alle 13,30 dopo di che è previsto l’inizio corso per fine giugno - primi di luglio. Gli studenti avranno modo di seguire il corso di lingua inglese, informatica per preparazione ECDL–Patente Europea, organizzazione aziendale, certificazioni di qualità in azienda, gestione del sistema integrato ambiente-sicurezza, comunicazione aziendale dei problemi ambientali, energetici e di sicurezza. Ed ancora, il programma di studio prevede di approfondire le norme di legislazione nazionale ed internazionale, il settore ambientale (normativa e tutela), economia ambientale, gestione dei rifiuti, il settore energetico (normativa e futuro), termodinamica e sistemi energetici, l’energia in azienda, fonti energetiche rinnovabili e alternative, prevenzione e protezione dai rischi, la gestione della sicurezza in azienda, pronto soccorso, empowerment, orientamento alla professione. Al termine del corso, previo superamento dell’esame finale, ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di specializzazione tecnica superiore IFTS, saranno inoltre riconosciuti, previa verifica, 22 crediti universitari spendibili nell’ambito del corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio: una possibilità che nasce grazie alla partnership con l’Università di Firenze. L’ammissione all’esame finale è subordinata alla frequenza minima del 70 % del monte ore del corso nonché del 50% dello stage.

 
 4. FORMAZIONE
Terminati tutti i corsi in programma per il 2010 nella scuola di alta formazione per gli operatori del settore turistico e ricettivo della provincia di Siena
Accademia di Palazzo al Piano, successo per la partecipazione a tutte
le iniziative
 

 

Un successo in termini di partecipazione che conferma la bontà del progetto e degli obiettivi perseguiti. È questo che si evince dai numeri dell'edizione 2010 dell'Accademia di Palazzo al Piano, la scuola di alta formazione per gli operatori del turismo del territorio promossa dalla Provincia di Siena con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. L'iniziativa è organizzata da Apslo in collaborazione con Eurobic Toscana Sud, Confesercenti e Confcommercio e con il supporto dell'APT di Siena e APT Chianciano Terme che sono state coinvolte nella stesura del progetto 2010, soprattutto per l'organizzazione dei laboratori sensoriali e dei viaggi di studio. Le iniziative, che si sono svolte tutte tra gennaio e maggio 2010 in zone diverse della provincia senese, hanno catalizzato l'attenzione di 965 operatori. Tante, infatti, sono state le iscrizioni pervenute all'Agenzia provinciale per lo sviluppo locale, Apslo, che ha gestito le attività dell'Accademia per conto della provincia di Siena in collaborazione con Eurobic, Confesercenti e Confcommercio. I sei seminari hanno avuto in totale 717 iscritti. Di questi 166 hanno indirizzato la loro attenzione alla prima edizione di “Strategie operative evolute per il web marketing turistico” svoltasi a Poggibonsi e 90 alla seconda, che si è tenuta a Chianciano Terme. Massimo risultato in termini di domande di partecipazione per “Event Marketing: utilizzare i grandi eventi per promuovere se stessi e il territorio” del 9 marzo a Siena, che ha visto 196 iscritti, mentre 63 sono state le domande di partecipazione pervenute per l'appuntamento di Abbadia San Salvatore. L'ultimo convegno “Raccontare lo spirito del territorio: luoghi, essenze, storie, sapori nell'immaginario del turista” ha visto l'iscrizione di 123 operatori per l'appuntamento di San Quirico d'Orcia e 79 per quello di Radda in Chianti. Successo anche per le 4 edizioni di “Il mio sito internet: il corso di informatica con workshop esperenziale” che si è svolto a Siena, Poggibonsi e Chianciano Terme tra aprile e i primi giorni di maggio. Le iscrizioni sono state in totale 102, 25 per l'appuntamento di Poggibonsi, 45 per i due corsi senesi e 32 per Chianciano Terme. Il calendario dell'Accademia di Palazzo al Piano si è concluso con i viaggi studio, tre in tutto, preceduti da altrettanti seminari sensoriali propedeutici. Cinquanta operatori si sono iscritti al viaggio che ha avuto come protagonista la Val d'Elsa, 49 a quello che ha avuto come mete la Val d'Orcia e l'Amiata e 47 a quello dedicato alle Crete Senesi e alla Val di Chiana.

 
 5. FORMAZIONE
Si è concluso il 31 maggio con la consegna dei diplomi di qualifica il corso di formazione realizzato grazie al finanziamento dell’amministrazione provinciale di Siena con il contributo del Fondo Sociale Europeo per l’anno 2008
Undici nuovi “Tecnici qualificato per le tecnologie integrate del design”
 
 

Undici nuovi “Tecnici qualificato per le tecnologie integrate del design”. Si è concluso il 31 maggio con la consegna dei diplomi di qualifica il corso di formazione realizzato grazie al finanziamento dell’amministrazione provinciale di Siena con il contributo del Fondo Sociale Europeo per l’anno 2008. Gli allievi che hanno conseguito la qualifica sono Giulia Ciprini, Andrea Giglioni, Josefine Eleanor Granger, Matteo Lorenzini, Andrea Menchini, Francesco Minasi, Stefano Pintus, Nicole Romagnoli, Emma Salvati, Sara Tanganelli e Lorenzo Tondi. Il Tecnico qualificato per le tecnologie integrate del design è un professionista che opera nel nei servizi alle imprese, in particolare nell'ambito delle tre principali aree operative del design: industrial design, desktop publishing, web design. Le competenze scaturite dal corso vanno proprio in questa direzione. Il Tecnico per le tecnologie integrate del design inoltre interviene nella progettazione object oriented ed è in grado di analizzare i modi per creare l'immagine pubblica dell'oggetto, programmare in Internet, creare pagine web e sfruttare la rete per comunicare, vendere, pubblicizzare. L’attività formativa della durata di 800 prevedeva 496 ore di lezioni in aula, suddivise in lezioni frontali, di laboratorio e visite guidate, 304 ore di stage necessarie per rapportare con il mondo del lavoro le conoscenze acquisite. Hanno ospitato gli allievi in stage Mediagroup Adv Comunication di Chiusi Scalo, la Tipografia Etruria s.a.s di Chianciano Terme, la tipografia Madonna delle Querce di Montepulciano, l’Agenzia di comunicazione C&P Adver di Arcidosso, lo Studio Associato Extro’ di Abbadia San Salvatore, l’Azienda Interarredo di Chiusi, l’In Art Group di Monteriggioni, la Piccola Società Cooperativa Zinelli G. di Radicofani, lo Studio di Architettura Alessandra Giglioni di Piancastagnaio e la Società Visualplex di Levane - Bucine. Quattro le parti in cui si è diviso il progetto: progettazione/indagine/marketing/materiali, ricerca formale/disegno/geometria, elaborazione immagini, strategie visive di marketing. Insieme alle materie specialistiche, ci sono state quelle di base: informatica, marketing, lingua, sicurezza e legislazione. Grande attenzione nel favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro. In questo senso è stata promossa a costo zero per gli allievi la partecipazione, a novembre 2009, ad uno dei più interessanti eventi legati alla creatività della Toscana CREA@TIVITY + I.D.E.A, evento ospitato e promosso dalla Fondazione Piaggio di Pontedera, insieme all’ISIA di Firenze, con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, l’Università per la Ricerca, e l’organizzazione della società MBVision di Pontedera, il patrocinio della direzione Generale per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica del MIUR, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Regione Toscana, della Provincia di Pisa, del Comune di Pontedera e di ADI Toscana, oltre al sostegno di Enti ed aziende del settoreospitato e promosso dalla Fondazione Piaggio di Pontedera, insieme all’ISIA di Firenze.

 
 6. SOCIALE
Lo hanno firmato i partner di “Business Start Up Network
Un protocollo per coesione sociale e cultura di impresa
 

 

Promuovere la coesione sociale, con occhio attento a giovani e donne e stranieri, promuovere anche la cultura di impresa. A partire dalla collaborazione tra tutti i partner. Sono i contenuti del protocollo di rete firmato da Eurobic Toscana sud spa, Bundesweite Gründerinnenagentur, National Agency for Women Start-ups Activities and Services (BGA) Stoccarda, Baden-Württemberg (Germania), Frauenbetriebe, Francoforte, Hessen (Germania), Oficina da Inovacao, Business Innovation Centre do Minho Braga, Provincia Minho, Regione Nord (Portogallo) e TKNIKA, Centro de Innovación de la Formación Profesional del País Vasco Errenteria, Paesi Baschi (Spagna). La firma, alla conclusione del seminario (a Firenze a fine maggio) che ha tracciato le conclusioni del progetto “Business Start Up Network”, Programma Operativo Regione Toscana che ha il contributo del Fondo Sociale Europeo e il sostegno del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali. L’obiettivo, lo sviluppo di un network europeo nel settore dei servizi di sostegno all’imprenditorialità e all’autoimpiego rivolti al target giovani, donne, stranieri. Network di cui si sono poste le basi. Il protocollo infatti vuole accompagnare e favorire la realizzazione di progetti tesi a migliorare le prestazioni nei rispettivi territori. Tutto questo tenuto conto del compito di contribuire alle priorità della Comunità Europea per quanto riguarda il rafforzamento della coesione sociale ed economica nonché dell’esigenza di tenere in considerazione le necessità delle donne, dei giovani, degli stranieri. Altro obiettivo, creare strumenti e modalità di scambio costante delle esperienze inerenti la diffusione della cultura di impresa, individuare opportunità di collaborazione, contribuire ad una sempre migliore e capillare diffusione della cultura di impresa. La collaborazione tra i partner verte principalmente quindi sugli scambi di esperienze. Tutto questo attraverso organizzazione di gruppi di lavoro a distanza, scambio di materiali, reciproca consulenza di esperti, ricerca di altri partner nazionali ed internazionali da coinvolgere nella rete. Nel seminario conclusivo di “Business Start Up Network” si è parlato del “Ruolo delle strutture per la creazione di impresa a favore dello sviluppo economico del territorio. il valore del lavoro di rete” . Erano presenti Eurobic Toscana Sud, Marco Bellandi, Prorettore dell’Università di Firenze e presidente del Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell' Incubatore universitario (CsaVRI), Iris Kronenbitter - Baden Württemberg Germania, Referente politiche di promozione e servizi di supporto all’imprenditorialità femminile sul territorio nazionale – BGA, Cristiane Stapp-Osterod, di Hessen in Germania, esperta start up di impresa e network imprese femminili, Nuno Gomez di Minho in Portogallo, esperto servizi integrati per lo sviluppo dell’impreditorialità, Josè Luis Fernandez dei Paesi Baschi in Spagna, referente programmi di educazione e diffusione della cultura di impresa (Tknika) e Silvana Taglianini della direzione Vivaio di Imprese a Firenze. Sono intervenuti Daniela Lastri, consigliera Regione Toscana - Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, Sandra Breschi Direzione Formazione della Provincia di Firenze, Simone Tani Direzione Sviluppo Economico del Comune di Firenze. Le conclusione le ha curate Sabina Stefani Responsabile Ufficio Transnazionalità della Regione, mentre ha moderato Luisa Baldeschi, Responsabile attività internazionali Vivaio di Imprese.

 
 7. SOCIALE
Sempre a Catanzaro, inoltre, si è tenuto il cantiere di lavoro “Il benessere dei bambini e degli adolescenti”.
Il Teatro delle Donne dell’Amiata protagonista di Europa spa è a Catanzaro
 

 

Uno spettacolo teatrale per rappresentare le pari opportunità e come si può essere partecipi nella propria comunità attraverso la cultura e la creatività. E’ l’iniziativa protagonista di Europa SPA – Strumenti di partecipazione attiva nell’Europa del XXI secolo che si è tenuta lo scorso 26 maggio a Catanzaro. Di scena la “Incerte Rotte” a cura de Il Teatro delle Donne dell’Amiata Val d’Orcia. Antidiscriminazione e pari opportunità sono i principi su cui si basa il progetto Europa spa, un contenitore di più azioni rivolte a tutti coloro che lavorano per lo sradicamento della povertà e dell’esclusione sociale, che vivono sulla propria pelle condizioni di esclusione per motivi economici, di origine geografica, cultura, etnia, orientamento sessuale, convinzioni religiose, che sono cittadini attivi nel difendere e tutelare i diritti e la dignità di tutte e tutti. Sempre a Catanzaro, inoltre, si è tenuto il cantiere di lavoro “Il benessere dei bambini e degli adolescenti”. La povertà minorile coinvolge più del 15% dei bambini italiani, il 90% abita al Sud. Serena Cesarini Sforza per Eurobic Toscana Sud ha presentato il progetto Europa spa. Si è parlato poi della situazione in Calabria con Salvatore Maesano - Coop. CO.RI.S.S, della “Prospettiva europea sull’inclusione sociale ed il Metodo Aperto di Coordinamento applicato alla tematica dei minori” con Massimo Crucioli del CILAP EAPN Italia. Ed ancora, il programma ha visto “La ricerca nel campo dell’esclusione sociale dei minori. Osservare ed agire” con Giorgio Marcello, ricercatore dell’Università della Calabria, “I minori stranieri non accompagnati” con Piero Caroleo della Coop. Promidea, “La mediazione culturale” con Khalid Osman Babiker Elsheikh dell’Associazione ASIM, “I servizi territoriali dedicati ai minori” di Loredana Calascibetta del Comune di Catanzaro, “I minori in difficoltà e le competenze del Tribunale dei Minorenni; la giustizia non è solo sicurezza” con Massimo Martelli, Giudice onorario del Tribunale per i minorenni di Catanzaro, e Angelo Meli, Direttore Centro Giustizia Minorile Calabria e Basilicata. Inoltre si è parlato delle “Scelte politiche in favore dell’inclusione sociale dei minori nel Piano Regionale sui Servizi Sociali” di Enzo Caserta, dirigente dell’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Calabria, “Le Comunità Specialistiche per minori” con Giuseppe Apostoliti della Coop. Chirone, del “Disagio psichico e sociale dei minori” con Piera Stilo, neuropsichiatria infantile ASP di Catanzaro. Ha chiuso i lavori Sabatino Nicola Ventura, assessore alla politiche Sociali del comune di Catanzaro

 
 8. FORMAZIONE
Il corso di formazione che ha coinvolto le guide ambientali escursionistiche dell’Amiata
“Turisti per Co2”
 

 

È iniziato l’8 giugno Turisti per Co2, il corso di aggiornamento per le guide ambientali escursionistiche promosso dalla Comunità Montana Amiata Val d’Orcia e la Protezione Civile Amiata Val d’Orcia in collaborazione con Eurobic Toscana Sud. Trenta sono le ore del percorso che si sviluppa fino alla fine del mese. Partecipano le guida ambientali escursionistiche che hanno il regolare patentino. L’attività formativa si è rivolta all’aggiornamento degli operatori del settore relativamente a diversi ambiti di competenza professionale, nonché agli aspetti legati all’innalzamento qualitativo della loro attività, con particolare riferimento alla conoscenza dell’area interessata. La partecipazione al corso di aggiornamento è stata gratuita. Al termine del corso viene rilasciato un attestato di partecipazione.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news