NEWSLETTER - Anno 5 N° 07 - 15.07.2010
1. SVILUPPO
Continua l’iniziativa che viene sperimentata nel contesto del progetto MED Mediss. Per la piantumazione è stato messo a disposizione gratuitamente il compost da Sienambiente
Già a dimora le erbe aromatiche utili per produrre la tisana della Val d’Orcia
 


 

Sono già state messe a dimora le erbe aromatiche utili per produrre una tisana gustativa a marchio Val d’Orcia. La presentazione dei risultati della prima annualità del progetto avverrà a San Quirico d’Orcia in novembre Le piante utilizzate sono di 8 specie, identificate da esperti agronomi ed erboristi in base alle specifiche caratteristiche dei terreni. Si tratta di ISSOPO (Hyssopus officinalis L), ACHILLEA (Achillea millefolium L.), SALVIA (Salvia officinalis L.), (TIMO - Timo vulgaris L.), SANTOREGGIA ANNUALE (Satureja hortensis), ROSMARINO (Rosmarinus officinalis), LAVANDA VERA (Lavandula angustifolia), ORIGANO BIANCO (Origanum Heracleoticum). Per la piantumazione è stato messo a disposizione gratuitamente il compost da Sienambiente. Va avanti dunque il progetto sperimentale per la nuova coltivazione in Val d’Orcia di piante officinale per produrre tisane e altri prodotti tipici in questo territorio. Tutto ciò solo con azioni di filiera targate Val d’Orcia: coltivazione, trasformazione e confezione, tutto rigorosamente in questo territorio. Sono protagoniste cinque aziende della Val d’Orcia e istituzioni locali, ovvero il comune di San Quirico e Radicofani, che partecipano a questa iniziativa che si è sviluppata nel contesto di Mediss, il progetto di cui è partner Eurobic Toscana Sud, che ha ricevuto il contributo della Commissione Europea nell’ambito del programma MED per un valore complessivo di 1milione e 700mila euro. L’obiettivo è quello di rafforzare la capacità di innovazione di tutte le aziende che fanno parte della filiera dei profumi e sapori del Mediterraneo. Un settore importante anche per la Toscana e la provincia di Siena. In questo ambito nasce l’iniziativa. Il progetto pilota che ha preso il via in Val d’Orcia prevede la coltivazione di piccole produzioni di un “melange di piante officinali” da cui ottenere almeno due prodotti: tisana della Val d’Orcia, con profilo gustativo più che salutistico, ed erbe aromatiche essiccate per uso alimentare. Ognuna delle aziende ha una conduzione biologica e ha messo a disposizione circa 1000-1500 metri di terreno. Così si arricchisce l’offerta di produzioni locali, diversificando l’attività delle aziende agricole, e si promuovono azioni di filiera. Partecipano al progetto e fanno parte del Comitato Tecnico Scientifico, insieme a Eurobic che ha fornito consulenza e servizi per sviluppare l’attività, l’Université Europeenne Senteurs Saveurs, capofila progetto Mediss e referente per il territorio dell’Alta Provenza, CIPAAT SR Siena per la parte relativa alla formazione e assistenza alla imprese, l’azienda Belladonna s.a.s per la parte erboristica, il Comune di Radicofani e di San Quirico. Sono protagoniste inoltre l’Azienda Agricola S. Savino, Fattoria Casato Prime Donne, Azienda Agricola Podere Perelli, Società agricola Podere Santa Francesca, Azienda Agricola Cappelli Marcello.

 
 2. FORMAZIONE
La nuova proposta è promossa dalla Regione Toscana, finanziata dalla Provincia di Siena grazie al Fondo Sociale Europeo e realizzata da Eurobic
Il 28 giugno al via le lezioni per “Tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda”
 

 

Al via da lunedì 28 giugno, dalle 14,30 alle 17,30, presso il Sarrocchi a Siena le lezioni per i 20 partecipanti al corso per “Tecnico superiore per l’ambiente, l’energia e la sicurezza in azienda”. Si farà lezione fra Sarrocchi e Bic fino al 21 luglio per poi riprendere a settembre. Occuparsi di ambiente ed energia nonché di sicurezza ambientale. Temi all’avanguardia e di grande attualità per le nuove professioni. Sono questi gli argomenti protagonisti di questa nuova proposta formativa che viene realizzata da Eurobic Toscana Sud in partenariato con Università degli Studi di Firenze, Ente Senese Scuola Edile, Istituto Tecnico Industriale Statale “Tito Sarrocchi”, Confindustria Siena, CNA–Siena, Siena Ambiente, Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche Co.Svi.g., Intesa. Il corso è promosso dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Siena. Tutto questo in attuazione del Piano IFTS 2007/2010, il finanziamento è dalla Provincia di Siena grazie al Fondo Sociale Europeo. Le lezioni, gratuite, si sviluppano per 960 ore e si svolgono a Poggibonsi presso la sede di Eurobic ed in parte (per le attività di laboratorio) presso l’Istituto Sarrocchi a Siena. In aula, 510 ore di lezione e 450 di stage presso aziende ed enti del settore in Italia e all’estero. Al termine del corso, previo superamento dell’esame finale, ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di specializzazione tecnica superiore IFTS, saranno inoltre riconosciuti, previa verifica, 22 crediti universitari spendibili nell’ambito del corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio: una possibilità che nasce grazie alla partnership con l’Università di Firenze. L’ammissione all’esame finale è subordinata alla frequenza minima del 70 % del monte ore del corso nonché del 50% dello stage.

 
 3. FORMAZIONE
È il nuovo progetto su cui sta lavorando Eurobic Toscana Sud
Creatività e innovazione per lo sviluppo: ecco Alleanza CreaMED
 
 

“Promuovere Creatività e Innovazione nell’area del Mediterraneo come elementi chiave per lo sviluppo regionale sostenibile: Alleanza CreaMED”. E’ il nuovo progetto su cui sta lavorando Eurobic Toscana Sud. La crescita e lo sviluppo sostenibile dipendono sempre più dalla creatività e dall’innovazione intesi come i motori principali per essere competitivi. In questo contesto si colloca l’alleanza CreaMED: un’iniziativa mirata alla promozione della creatività e dell’innovazione tra le Regioni del Mediterraneo, sia a livello pubblico che privato come via verso lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo è fornire un quadro di riferimento per lo sviluppo di politiche regionali di innovazione nell’area del Mediterraneo. Sono partner l’Istituto Andaluso di Tecnologia (Capofila, Spagna), l’Andalusian General Direction of research, Technology and Entreprises (Spagna), Temi Zammit Foundation (Malta), APGICO – Portuguese Association for Innovation and Creativity Management in Organizations (Portogallo), Regional Development Agency Mura (Slovenia), ASCAMM PRIVATE FOUNDATION (Spagna), Eurobic Toscana Sud (IT), Alexander Innovation Zone of Tessaloniki (Grecia), AGIOS ATHANASIOS MUNICIPALITY (Cipro), Mediterranean Technologies (Francia), Abruzzo Region. L’investimento complessivo per il Bic è di 135.000 euro. In particolare il progetto intende creare un'alleanza nell’area del Mediterraneo per promuovere lo sviluppo di strategie locali e regionali sulla base di creatività e dell'innovazione, rafforzare il potenziale di crescita del business e le metodologie di trasferimento di creatività e innovazione tra enti pubblici e privati, con un impatto reale sulla politiche regionali. I partner lavoreranno per elaborare strategie per l'innovazione e monitorare gli strumenti volti a migliorare l'accesso ai finanziamenti, per promuovere un contesto normativo favorevole all'innovazione e alla domanda di innovazione, come pure per rafforzare le attività delle istituzioni, compresi i collegamenti tra gli istituti di ricerca e industria.

 
 4. FORMAZIONE
In questo contesto è stato organizzato dal 22 al 24 giugno 2010 da Eurobic Toscana sud il primo degli 8 focus previsti da progetto presso la Communauté de Communes Luberon Durance Verdon a Manosque in Provenza
Creare una nuova cultura energetica diffusa con Rinnovambiente
 

 

Creare una nuova cultura energetica diffusa che, partendo dallo sviluppo e l’incremento di nuove competenze professionali nel settore, sia in grado di attivare percorsi di produzione ed utilizzo sostenibile dell’energia e della compatibilità ambientale. E’ questo l’obiettivo del progetto Rinnovambiente finanziato dalla Regione Toscana (POR FSE 2007/2013, asse trasnazionalità). Il soggetto capofila è la Provincia di Siena in partenariato con la Provincia di Grosseto, Eurobic Toscana Sud, COSVG- CITT, APEA, Ente senese scuola edile, CNA Siena, Associazione Industriali di Grosseto, Circolo Festambiente, CNA Grosseto. L’iniziativa intende attuare tutta una serie di azioni informative e formative con scambi di esperienze e seminari, sia a livello locale che nazionale ed europeo, attraverso la collaborazione dei partner transnazionali di progetto e la produzione e distribuzione di materiali divulgativi e didattici. Tutto questo per realizzare obiettivi specifici, ovvero creare una rete permanente con soggetti europei portatori di buone pratiche negli ambiti dell’energia e ambiente e della formazione professionale per il settore energetico; contribuire alla creazione di un modello formativo nel settore energetico; determinare ricadute significative in termini di occupazione per giovani laureati, accrescimento di competenze professionali degli occupati, offerta alle aziende private di opportunità di confronto favorendo sviluppo e differenziazione del business. Ed ancora, altro obiettivo, offrire in Toscana ad amministratori pubblici e tecnici degli uffici locali degli ambiti “formazione professionale ed energia” una serie di informazioni e competenze necessarie per consentire percorsi di innovazione. Tutto ciò verrà realizzato attraverso l’organizzazione di 8 focus group all’estero presso i partner stranieri per un totale di 50 partecipanti (in media 6 partecipanti a focus). Ogni focus avrà la durata di 3 giorni per un totale di 150 giornate. Ed ancora, 12 seminari in Italia (6 a Siena e 6 a Grosseto) con 40 partecipanti ad iniziativa, per un totale di 480 persone coinvolte e di 480 giornate durante i quali si riporteranno le esperienza dei focus per coinvolgere i futuri partecipanti dei seminari all’estero. Otto saranno i meeting internazionali all’estero per un totale di 94 partecipanti (in media 11/ 12 partecipanti a meeting). Ogni meeting avrà la durata di 3 giorni per un totale di 282 giornate. Le attività inoltre prevedono 1 viaggio formativo all’estero per 15 laureandi/ laureati, una iniziativa che ha una durata di 2 mesi per un totale di 900 giornate. Tutta l’attività prevede un evento finale e attività di censimento e valutazione materiali didattici italiani ed europei, nonché analisi e studi di casi esemplari, redazione, adattamento materiali informativi e didattici. I gruppi che il progetto intende coinvolgere sono in primo luogo i giovani che devono specializzare e orientare il perfezionamento del proprio percorso di preparazione professionale. Ed ancora, professionisti, persone già occupate e imprenditori che, pur avendo già avviato percorsi professionali/imprenditoriali hanno intenzione o si trovano nella condizione di dover riqualificare o perfezionare le proprie scelte e le proprie capacità lavorative. Rinnovambiente ha anche un partenariato estero con Europäisches Zentrum für erneuerbare Energie (Gussing - Austria), Municipalità di Linz - Solar City (Linz - Austria), Facoltà di Architettura Bratislava (Slovacchia), Martifer Costruções Metalomecânicas S.A. (Viseu - Portagallo), Diputación Provincial de A Coruña (A Coruna – Spagna), La Fundación Medio Ambiente, Energía y Sostenibilidad Provincia de Cádiz - Agencia Provincial de la Energía (APEC), Communauté de communes Luberon Durance Verdon (Francia), Malta Intelligent Energy Management Agency . In questo contesto è stato organizzato dal 22 al 24 giugno 2010 da Eurobic Toscana sud il primo degli 8 focus previsti da progetto. L’attività si è svolta presso la Communauté de Communes Luberon Durance Verdon a Manosque in Provenza (Francia). Hanno partecipato al primo focus la provincia di Siena, il Cosvig, il circolo di Festambiente e l’Apea. Durante i tre giorni trascorsi in Provenza la delegazione ha potuto incontrare assessori e consiglieri della comunità che hanno dato il loro contributo spiegando al meglio le politiche attuate dalla comunità sul tema dell’energia e delle fonti rinnovabili. Molto utile anche l’apporto dei tecnici del settore che hanno illustrato il loro programma di Agenda 21, il polo di competitività di Capenergie, oltre a numerosi contributi circa la realizzazione delle attività nell’ambito del solare e delle energie derivata dal legno con la presentazione del Parco del Verdon. Un ultimo contributo è stato fornito dalle visite al parco fotovoltaico di Vinon sur Verdon e della caldaia a legna e gas di Manosque che alimenterà la nuova Zac (zone d’aménagément concerté) dove verrà inaugurato a breve il nuovo ospedale, la scuola internazionale e dove nei prossimi anni verranno realizzate circa 1500 abitazioni.

 
 5. FORMAZIONE
La presentazione si è svolta il 30 giugno alle 15.30 presso la cooperativa sociale “I prati” di Abbadia durante l’evento conclusivo del progetto
In una pubblicazione i risultati dei corsi del progetto “Aggiornamento a sostegno delle autonomie psico-sociali”
 
 

In una pubblicazione i risultati dei corsi del progetto “Aggiornamento a sostegno delle autonomie psico-sociali”, finanziato dalla Provincia di Siena (Fondo Sociale Europeo Ob. CREO 2007-2013 Asse I Adattabilità Cup 3624). La presentazione si è svolta il 30 giugno alle 15.30 presso la cooperativa sociale “I prati” di Abbadia durante l’evento conclusivo. Hanno partecipato docenti e soggetti sostenitori. La pubblicazione sarà distribuita agli operatori del settore e inserita sul sito di Eurobic. Il progetto Asap si è sviluppato in due azioni distinte: una a favore degli operatori che lavorano nel sociale con l’introduzione del metodo “validation”. L’altra si è sviluppata per gli operatori che lavorano in ambito psichiatrico. Per gli operatori (assistenti di base) della cooperativa sociale Coopass impegnati nel sociale (60 ore totali, 30 di aula e 30 di project work) il corso si è svolto nel mese di aprile 2010. Per gli operatori (assistenti di base) della cooperativa sociale Coopass impegnati nella psichiatria (80 ore totali, 40 di aula e 40 di project work) si è svolto invece tra marzo e aprile 2010. Ogni intervento ha visto l'inserimento di 15 operatori. Nella pubblicazione, curata dal coordinatore Cinzia Fregoli e dal tutor Marco Fabbrini in collaborazione con la cooperativa sociale Coopass di Abbadia San Salvator , sono contenuti i report finale e dunque i lavori realizzati dai partecipanti nel project work. Il corso di formazione Asap nasce dalla collaborazione tra Eurobic, la Cooperativa Sociale Coopass e la USL 7 Amiata (servizi di psichiatria e sociale). L’obiettivo è stato quello di promuovere e sviluppare una formazione continua e permanente per gli operatori con la qualifica di assistente di base che si trovano a prestare assistenza diretta a persone in condizioni di svantaggio psichico e sociale. Questo sia nelle attività quotidiane e di igiene personale, all’interno di strutture riabilitative o presso il domicilio, così come per sostenere l’assistito nella cura del proprio ambiente di vita, a tutela dell’incolumità e dell’integrazione sociale del singolo al fine di migliorarne la qualità della vita, sul piano socio-culturale, nei rapporti interpersonali e nelle attività pratiche giornaliere. Altro obiettivo, sostenere l’operatore assistente di base nel collaborare con le figure sanitarie inserite nell’equipe di lavoro, nella rilevazione delle condizioni di rischio-danno e nell’attuazione di misure terapeutiche a favore dell’utente. Per quanto riguarda gli operatori impegnati nella psichiatria la formazione (studio) è stata intesa come realizzazione pratica del sapere, un’espressione dell’esigenza degli operatori tesa a coniugare il miglioramento dell’efficacia delle prestazioni con la soddisfazione del “piacere del fare”, affinchè si possano dare prospettive diverse sia al proprio lavoro che all’assistenza dei pazienti per un recupero di dignità e cittadinanza. Per quanto riguarda gli operatore del sociale, il prodotto ottenuto è la proposta per realizzare un piano di attività adeguate a raggiungere lo scopo e l’obiettivo, in poche parole “migliorare l’intervento per migliorare il servizio offerto all’utente”

 
 6. SOCIALE
Si è concluso il corso organizzato da Eurobic, finanziato dall’amministrazione provinciale di Siena con il contributo del Fondo Sociale Europeo
Otto nuovi tecnici del disegno e della tecnologia Cad Cam
 

 

Otto nuovi tecnici del disegno e della tecnologia Cad Cam. Si è concluso infatti il corso organizzato da Eurobic, finanziato dall’amministrazione provinciale di Siena con il contributo del Fondo Sociale Europeo. I nuovi tecnici sono, tra gli altri, Sandro Bardelli, Riccardo Bersotti, Giacomo Fontanelli, Matteo Guarducci, Gjovalin Kecira, Duccio Petricci, Federico Tozzi. Hanno un’età media di 32 anni, provengono da Bettole, Colle Val d’Elsa, Certaldo, Monteriggioni Sinalunga, Siena, Poggibonsi, Monteroni. All’iscrizione al corso, erano prevalentemente disoccupati o in cerca di prima occupazione, provenienti dal settore meccanico. Attualmente alcuni di loro hanno trovato lavoro o hanno avuto la proposta di proseguimento di stage con possibilità di inserimento successivo. Lo stage si è svolto presso le aziende CMP-Torrita di Siena, Demos-Poggibonsi, G3-Poggibonsi, Ct-Barberino Val d’Elsa, Rubinetterie 3M-Asciano, Corima- Monteriggioni, Comune di Casole d’Elsa, Trigano-San Gimignano Il tecnico del designo e della tecnologia Cad Cam è una professionalità che opera nel settore dell'informatica e attività connesse. Esegue il disegno meccanico completo, gestisce le librerie grafiche e la distinta base del pezzo da realizzare, programma in linguaggio di progettazione le specifiche tecniche del pezzo, implementa tramite workstation il progetto meccanico e lo manda ai centri di lavorazione. Opera assumendo le responsabilità connesse al ruolo tecnico che svolge, ivi compreso il proprio aggiornamento professionale. Il corso si è svolto presso la sede di Eurobic Toscana sud, a Poggibonsi, e presso l’ITIS “Sarrocchi” a Siena. Si è svolto su un arco di 600 ore, di queste 380 in aula e 220 in stage. Le lezioni sono iniziate il 20 di ottobre 2009 e sono concluse lo scorso 21 maggio 2010, gli esami invece si sono tenuti l’8 e 9 giugno scorsi. Il 29 giugno 2010 scorso, presso Eurobic Toscana sud l’evento chiusura corso con riflessioni sui buoni risultati del percorso formativo e consegna attestati di qualifica alla presenza del sindaco di Poggibonsi Lucia Coccheri, nonché dei sostenitori, tutor e rappresentati delle aziende ospitanti, docenti del corso.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news