NEWSLETTER - Anno 5 N° 10 - 27.10.2010
1. FORMAZIONE
Dal 15 novembre, due corsi paralleli ciascuno con 12 guide
“Percorsi” prendono il via
 


 

Dal 15 novembre prende il via Percorsi, iniziativa di aggiornamento gratuita per le guide turistiche della provincia di Siena. L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza delle forme di lettura del territorio, in modo da concentrare l’attenzione su temi tra loro profondamente collegati: storia, natura, risorse e accoglienza. Tutto al fine di integrare le offerte già presenti, in un quadro più complessivo teso alla valorizzazione delle risorse turistico-culturali quale fattore di sviluppo economico. L’iniziativa è finanziata dalla Provincia di Siena con il contributo del FSE ed è rivolta a guide turistiche abilitate. Due saranno i corsi, ciascuno con 12 guide, che si terranno in modo parallelo. Le lezioni, che si terranno a Poggibonsi, presso la sede del Bic per entrambi i corsi, si svilupperanno per un periodo di 120 ore (87 di aula e 33 di visite). Tra i vari moduli del corso ci saranno “Paesaggio, flora e fauna: natura, storia e rappresentazioni dei paesaggi di Siena”, il “Museo del Paesaggio” e “l’Accademia dei Fisiocritici, la via Francigena, le terme senesi, gli aspetti storici della cucina dagli etruschi al medioevo. E poi ancora, aneddoti, piatti tipici nella storia, ingredienti e preparazioni, visite ad agriturismi, elementi di lingua inglese e pronto soccorso Grazie a Percorsi le guide turistiche potranno migliorarne lo status professionale e, al tempo stesso,di valorizzare le peculiarità locali, stimolando un rapporto sinergico tra guide turistiche ed territorio, che da un lato aumenti la quantità e qualità dei servizi proposti ai turisti e dall’altro promuova nuove forme di conoscenza e di legami artistico/culturali tra le varie aree locali.

 
 2. SVILUPPO
In risultati delle peer review che si sono tenute nella regione austriaca dal 4 all’8 ottobre scorsi
Carinzia: un esempio di turismo sostenibile
 


Un momento del meeting in Carinzia


Le fattorie completamente bio in Carinzia
 

Una vera e propria strategia di turismo sostenibile sviluppata grazie alla buone pratiche e all’esperienza maturata con Preserve. Così la Carinzia, partner del progetto europeo, ha messo a punto idee e iniziative da rendere concrete da ora al 2015. Con un unico obiettivo: continuare a far crescere forme di turismo compatibili e integrate con l’ambiente. Questo l’aspetto principale emerso nelle peer review di Preserve che si sono svolte nell’appuntamento in Carinzia dal 4 all’8 ottobre scorsi. In questa regione dell’Austria ben il 10% dell’economia locale è legata al turismo, la disoccupazione è ferma al 4,8%. Elementi di debolezza per il turismo sono l’eccessiva stagionalizzazione e la difficoltà di raggiungere la zona attraverso la ferrovia e l’alta velocità, infrastrutture su cui tutta la regione è profondamente impegnata. Elementi di forza sono la definizione di una precisa strategia insieme all’ideazione di iniziative molto particolari che integrano gastronomia, natura e storia, come le gite sul fiume con il battello ed il pranzo con i cibi affumicati sul fuoco. Gli aspetti principali della strategia messa a punto sono legati alla valorizzazione degli aspetti naturali, protagonisti sono dunque i parchi naturali, il Weissensee e il Nockberge. Al loro interno, percorsi guidati, alloggi diversificati. Un esempio è l’ospitalità nelle fattorie con case completamente in legno, arredi del tutto naturali, aree wellnes. La valorizzazione degli aspetti culturali e dei percorsi nei musei si integra con i percorsi naturalistici, con le visite e le iniziative attorno ai laghi. Non solo, all’interno del Weissnsee, ad esempio, la Carinzia sta sviluppando attenzione alle energie rinnovabili per la produzione di biogas. Principali città sono Valden, Klangerfurt e Villach. Chiaramente centrale la tutela delle Alpi. Tra i progetti su cui questa regione sta lavorando, la crescita del trasporto ferroviario nel tentativo di far crescere anche l’integrazione tra ferrovia e bicicletta. Altro progetto, realizzare un percorso per biciclette che possa rendere possibile scoprire tutta l’Austria con le due ruote. L’obiettivo è quello di investire su un turismo che faccia a meno delle auto, che si muova dunque con mezzi di comunicazione sostenibile. La Carinzia riesce a sviluppare tutto questo grazie anche alla tassa sul turismo pagata dagli operatori, tassa che va a formare il budget di spesa del Ministero dell’Agricoltura, competente anche per le politiche turistiche. Soggetto ideatore della strategia del turismo sostenibile è il Consorzio Natura e Esperienza. Altro protagonista, il Consorzio Tauren Alpin, che è riuscito a riunire 35 aziende del Parco Nazionale per dare un’offerta più ampia

 
 3. FORMAZIONE
Contabilità analitica, assistenza di base, azioni di sostegno per l’occupazione, commercializzazione prodotti agricoli, controllo di gestione, disegno industriale. Sono alcuni dei temi che saranno oggetto dei nuovi percorsi recentemente approvati dalla Provincia di Siena
Undici nuovi corsi di formazione da Eurobic
 
 

Contabilità analitica, assistenza di base, azioni di sostegno per l’occupazione, commercializzazione prodotti agricoli, disegno industriale, controllo di gestione. Sono alcuni dei temi che saranno oggetto degli undici nuovi corsi di formazione che saranno realizzati da Eurobic Toscana Sud e che sono stati recentemente approvati dalla Provincia di Siena Ne sono parte progetti per l’educazione agli adulti, tra cui le iniziative di formazione a supporto dell’occupabilità. Ed ancora, ci sono iniziative di formazione di natura più tecnica, sempre destinati a persone in cerca di lavoro. Infine, tra le proposte ci sono corsi volti a far crescere la professionalità degli operatori. Entrando nel dettaglio, contabilità analitica, assistenza di base, disegno di prodotti industriali e gestione delle fasi produttive sono i temi oggetto dei corsi di formazione che realizzerà Eurobic Toscana Sud e che la Provincia di Siena ha finanziato in riferimento all’avviso Multiasse per la formazione – Por ob.2 2007-2013 anno 2010, asse 2 “Occupabilità” e asse 4 “Capitale Umano”. Nell’ambito dell’asse 2, relativo alla formazione per disoccupati, sono stati finanziati i corsi per “Tecnico della definizione e gestione della contabilità analitica e della predisposizione del budget” e per “Assistente di base”. Il primo progetto verrà realizzato in Valdelsa. Per quanto riguarda gli assistenti di base, sono stati finanziati due progetti, uno nell’area Valdelsa e l’altro a San Quirico d’Orcia. Nell’ambito dell’asse 4, relativo alla formazione per occupati e disoccupati, sono stati finanziati i corsi “Tecnico del disegno di prodotti industriali attraverso l'utilizzo di tecnologie informatiche” e il “Tecnico della gestione delle fasi di produzione”. Il primo verrà realizzato nell’area dell’Amiata Senese, il secondo in Valdelsa in partenariato con l’Istituto Roncalli Sarrocchi di Poggibonsi. Commercializzazione prodotti agricoli, controllo di gestione sono i temi dei corsi che saranno realizzati da Eurobic, finanziati dalla Provincia di Siena nell’ambito dei Corsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, asse IV capitale umano. Il “Tecnico Superiore per la Commercializzazione dei Prodotti Agricoli ed Agroindustriali” è un esperto nella valorizzazione dei prodotti mediante operazioni capaci di migliorare gli aspetti organolettici e merceologici. Il “Tecnico Superiore per l'Amministrazione Economico Finanziaria ed il Controllo di Gestione” invece cura il sistema di contabilità (generale ed analitica), gli adempimenti amministrativo/fiscali e la redazione dei bilanci. Il progetto è stato presentato dall’Istituto Roncalli-Sarrocchi di Poggibonsi in qualità di capofila in partenariato con Università degli Studi di Siena, Consorzio Artigiani Servizi Amministrativi Poggibonsi C.A.S.A.P. soc. coop, API Siena, CNA Siena - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa - Ass. Provinciale Siena, CTP Tecnologie di processo, PRAMAC spa. Educazione degli Adulti Siena Sud, Nuove competenze per il lavoro, Esperimenti di comunità, Educazione Degli Adulti Siena Sud – Azioni Sostegno Immigrati, Educazione Degli Adulti Siena Sud – Cultura del Lavoro sono i corsi approvati dalla Provincia di Siena, tra le proposte presentate da Eurobic in riferimento al bando promosso dalla stessa amministrazione provinciale (POR - Ob. 2 2007/2013, Asse IV - Capitale Umano - Competitività regionale e occupazione). I progetti approvati, presentati nell’ambito di partenariati con agenzie formative della provincia (La Sfinge, Consorzio Archè e Arci Siena), sono tutte iniziative volte allo sviluppo delle competenze di base a supporto dell’occupabilità, della cultura del lavoro e a supporto degli immigrati.

 
 4. SOCIALE
Bari capitale della lotta alla povertà. Nell’ambito delle iniziative, la conclusione di Europa spa, coordina e presenta i risultati Eurobic Toscana Sud
Prende il via il 15 novembre la Focus Week sull’Anno Europeo della Lotta alla Povertà
 

 

Prende il via il 15 novembre la Focus Week sull’Anno Europeo della Lotta alla Povertà e all’Esclusione Sociale, a Bari fino al 19 novembre 2010. Una settimana con tante iniziative, spettacoli e momenti di riflessione che coinvolgeranno le persone che vivono la condizione di esclusione sociale, insieme a studiosi e intellettuali, politici locali e regionali, esperti e volontari che sono accanto alle persone povere, poveri o a rischio anch'essi. La scelta per realizzare l’evento è caduta su Bari e la Puglia come simboli di tutto il Sud Italia per realizzare una settimana di lotta contro la povertà e l'esclusione sociale e per il ruolo che stanno avendo nel nostro Paese. Sono passati dieci anni da quando a Lisbona fu lanciata la strategia per sradicare la povertà in Europa. Gli stati membri sono passati da 15 a 27, il numero delle persone a rischio di povertà era allora di 60 milioni oggi siamo arrivati a 80 milioni. In Italia almeno 12 milioni di persone vivono in povertà di cui oltre 5 sono considerate assolutamente povere. Una strategia che ha impegnato milioni di euro, ma che non è riuscita nel suo obiettivo primario. Nella prima giornata, conferenza stampa di presentazione nella sala della Presidenza della Regione Puglia. Parteciperanno, tra gli altri, Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, Fintann Farrell, Direttore EAPN rete contro la povertà di Bruxelles e Serena Cesarini Sforza, Eurobic Toscana SpA. Nei giorni successivi, da segnalare martedì 16, tavola rotonda all’Università di Bari “La lotta contro l’esclusione sociale e la Piattaforma Europea nella Strategia UE 2020: le sfide per il nuovo decennio”, sarà presente ancora il presidente della Regione Puglia. Mercoledì 17, la tavola Rotonda “Il reddito minimo: modelli a confronto per contrastare l’esclusione sociale” e al Centro Interculturale Abusuan, nel Borgo Antico di Bari, “Radicanto in Concerto”. Si tratta di un canto tradotto, che attraversa più culture, più linguaggi, musica del nostro tempo che traduce la tradizione (pugliese e del mediterraneo), facendola risuonare nel presente attraverso i suoni del presente. Giovedì 18, convegno finale del progetto “Europa Spa. Strumenti di partecipazione Attiva”, introdotto e coordinato da Serena Cesarini Sforza, Eurobic Toscana Sud, responsabile del progetto. Ed ancora, il Laboratorio Teatrale delle donne del Monte Amiata presenterà “Incerte Rotte” con cui si porta in scena il lavoro non solo sulla povertà di genere, ma sulle nuove povertà in generale, con spirito ironico tipico toscano. Lo spettatore, divertendosi, ha modo di riflettere sulle problematiche delle nuove povertà e rimanere con l’amaro in bocca. Venerdì 19, “Folk’n’Rom: Nidi d'Arac e Musicanti Rudari live concert”. Folk’n’Rom è il risultato di laboratori musicali svolti all’interno di alcuni “campi” rom alla periferia sud-est di Roma, entusiasmanti momenti di coesistenza sonora e creativa in cui entrambi i gruppi e le due differenti culture vivono in un dialogo magico. Partecipano all’organizzazione dell’evento gli enti pubblici Regione Puglia – Presidenza della Regione e Assessorato al Welfare e Lavoro, la Provincia di Bari – Assessorato alle Politiche Sociali, la città di Bari – Assessorato al Welfare, l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro – Rettorato, la Facoltà di Scienze Politiche, l’Europe Direct Puglia, l’Istituto Tecnico Commerciale e Liceo Linguistico Marco Polo di Bari. Le organizzazioni private che partecipano sono CILAP EAPN Italia - Collegamento Italiano Lotta alla Povertà, Roma, Centro Studi Erasmo, Gioia del Colle, IFOC Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bari, Caritas Puglia, ACLI Puglia, FioPSD Federazione Italiana degli Organismi per le Persone Senza Dimora, Centro Interculturale ABUSUAN Bari, Comunità Lorusso Cipparoli, Coordinamento Banche del tempo della Provincia di Bari, Cooperativa Sociale Proxima, Cooperativa Sociale Itaca, Cama LILA, CNCA Puglia, Associazione Cercasi Un Fine, Cooperativa Sociale C.A.P.S, Cooperativa La Strada di Piazza Grande Bologna, Forum del Terzo Settore della Puglia, CSV Net Puglia, Osservatorio Regionale Volontariato della Puglia. Per informazioni, Centro Studi Erasmo, Bari, tel. 080.34.32.022, e-mail: piazzapinto17@virgilio.it, www.centrostudierasmo.eu. Per informazioni è possibile anche rivolgersi a Eurobic Toscana Sud, allo 0577 99501 o mandando mail a info@bictoscanasud.it. Il programma definitivo a breve sarà sul sito www.bictoscanasud.it. La partecipazione a tutte le iniziative è gratuita ed aperta al pubblico.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news