NEWSLETTER - Anno 5 N° 11 - 26.11.2010
1. SVILUPPO
Steering committee del progetto a Siena, presso Enoteca Italiana, il 18 e il 19 Novembre Environnmed
Nuovo appuntamento per Agro-Environnmed
 


 

Nuovo appuntamento per Agro-Environnmed, il progetto europeo che vuole incrociare domanda e offerta di innovazione, facendo crescere così l’innovazione eco-ambientale nel settore agroalimentare. E’ infatti questo lo scopo del progetto europeo a cui partecipa in qualità di partner Eurobic Toscana. Il 18 e il 19 novembre a Siena, presso l’Enoteca Italiana, steering committee del progetto con tutti i partner presenti. L’obiettivo è quello di fare il punto sulle implementazioni nei vari paesi partner. Alle 9.30 del 18 novembre, il benvenuto di Eurobic, successivamente l’analisi delle diverse attività avviate e del piano di lavoro, nonché la presentazione del catalogo del progetto da parte dell’Università di Atene. Il secondo giorno, l’esame delle istanze di comunicazione e disseminazione, la presentazione del sito e della Intranet da parte dell’istituto IAT. Successivamente, esame dei budget impiegati e in conclusione report tecnici dei diversi partner, monitoraggio, piani di valutazione e di azione. Eurobic ha già concluso una prima fase di ricognizione sui bisogni e sull’offerta di innovazione eco-sostenibile per le aziende agricole. In Toscana il lavoro di Eurobic si è concentrato in modo particolare sul settore lattiero caseario su cui il centro servizi sta elaborando un documento di livello regionale sul settore dal punto di vista delle buone pratiche e tecnologie innovative presenti sul territorio. Va avanti anche il lavoro sulla piattaforma web-based (già on-line dal sito www.agroenvironmed.eu) che rappresenta un importante strumento operativo per le imprese del settore fornitrici o utilizzatrici di tecnologie eco ambientali, e best practices eco-innovative. In questo modo aziende toscane ed europee, che usano e forniscono tecnologie e buone prassi ambientali, possono condividere le proprie esperienze e dare visibilità alla loro attività. L’obiettivo è creare una rete innovativa di aziende agroalimentari europee e mettere loro a disposizione un catalogo online delle best practices e tecnologie innovative su scala europea.

 
 2. SVILUPPO
Il 13 dicembre a San Quirico, in Val d’Orcia
Seminario per Mediss a Siena. Protagonista la produzione di piante officinali in Europa
 
 

Seminario per Mediss a Siena il prossimo 13 dicembre. Questa iniziativa sarà l’occasione per valutare gli sviluppi del progetto europeo che vuole rafforzare la capacità d’innovazione delle aziende a partire dalla messa in rete delle piccole imprese agro-alimentari nella “Filiera degli aromi e dei sapori del Mediterraneo”. Tutto il programma si è incentrato anche sull’impiego della piante officinale. E proprio la produzione di questa tipologia di pianta in Europa sarà il titolo dell’incontro in agenda il 13 dicembre. Location scelta, San Quirico, in modo tale da presentare anche gli sviluppi del progetto seguito da Eurobic che ha visto cinque aziende della Val d’Orcia coltivare un melange di piante scelte in base alla specifiche caratteristiche dei terreni per ottenere “La tisana della Val d’Orcia”. Oltre il saluto di benvenuto, la mattina è previsto l’intervento di Andrea Primavera con “La FIPPO in Italia, ruolo e numeri. Situazione del mercato delle officinali in Italia. Alcuni dati dall’Europa (a cura di Europam, www.europam.net, tramite FIPPO)”. Si parlerà anche della struttura imprenditoriale dell’azienda italiana e delle prospettive di impiego delle materie prime derivate da piante officinali. Anna Stopponi per la Cia di Siena farà il punto sul progetto seguito da Eurobic. Nel pomeriggio, spazio al dibattito. Attraverso Mediss Eurobic ha portato avanti una importante attività di animazione territoriale volta ad individuare in Val d’Orcia gli attori della filiera delle piante aromatiche per arrivare, come detto, alla coltivazione di un melange utile per realizzare la “Tisana della Val d’orcia”. Le aziende che hanno partecipato sono Azienda Agricola S. Savino, Fattoria Casato Prime Donne, Azienda Agricola Podere Perelli, Società agricola Podere Santa Francesca, Azienda Agricola Cappelli Marcello.

 
 3. FORMAZIONE
Le selezioni il 23 novembre presso il Bic. Lo stage infatti sarà disponibile per 14 studenti
Stage all’estero per gli studenti del corso per Tecnico Superiore per Ambiente Energia e Sicurezza
 
 

Selezione per gli studenti del corso per Tecnico Superiore per Ambiente Energia e Sicurezza che faranno lo stage all’estero il 23 novembre. Va dunque avanti il programma di lezioni della nuova proposta formativa che viene realizzata da Eurobic Toscana Sud in partenariato con Università degli Studi di Firenze, Ente Senese Scuola Edile, Istituto Tecnico Industriale Statale “Tito Sarrocchi”, Confindustria Siena, CNA Siena, Siena Ambiente, Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche Co.Svi.g., Intesa. Le lezioni sono iniziate a giugno 2010. Si sono già tenute 300 ore di lezione in aula, ne rimangono dunque circa la metà. Gli stage all’estero si terranno tra febbraio e marzo 2011, si svolgeranno in Spagna e Portogallo e interesseranno 14 dei 20 studenti che partecipano al corso. Per questo si tengono le selezioni. Occuparsi di ambiente ed energia nonché di sicurezza ambientale. Temi all’avanguardia e di grande attualità per le nuove professioni. Sono questi gli argomenti protagonisti di questa nuova proposta formativa. Le lezioni, gratuite, si svolgono a Poggibonsi presso la sede di Eurobic ed in parte (per le attività di laboratorio) presso l’Istituto Sarrocchi a Siena. Il corso è promosso dalla Regione Toscana e dalla Provincia di Siena. Tutto questo in attuazione del Piano IFTS 2007/2010, il finanziamento è dalla Provincia di Siena grazie al Fondo Sociale Europeo. Al termine del corso, previo superamento dell’esame finale, ai partecipanti sarà rilasciato il certificato di specializzazione tecnica superiore IFTS, saranno inoltre riconosciuti, previa verifica, 22 crediti universitari spendibili nell’ambito del corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio: una possibilità che nasce grazie alla partnership con l’Università di Firenze. L’ammissione all’esame finale è subordinata alla frequenza minima del 70 % del monte ore del corso nonché del 50% dello stage

 
 4. FORMAZIONE
Le due proposte di formazione, gratuite e finanziate dalla Provincia di Siena, dedicate a 12 guide turistiche ciascuno
Sono già iniziati i due “Percorsi”
 

 

Il 15 novembre ha preso il via “Percorsi” con il primo corso di aggiornamento per guide turistiche in programma. Il 17 novembre, al via anche il secondo. Entrambi prevedono la partecipazione di 12 guide ciascuno, il programma delle lezioni è del tutto uguale. Si tratta dell’iniziativa di aggiornamento gratuita per le guide turistiche della provincia di Siena. L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza delle forme di lettura del territorio, in modo da concentrare l’attenzione su temi tra loro profondamente collegati: storia, natura, risorse e accoglienza. Tutto al fine di integrare le offerte già presenti, in un quadro più complessivo teso alla valorizzazione delle risorse turistico-culturali quale fattore di sviluppo economico. L’iniziativa è finanziata dalla Provincia di Siena con il contributo del FSE ed è rivolta a guide turistiche abilitate. Le lezioni, che si tengono a Poggibonsi, presso la sede del Bic per entrambi i corsi, si sviluppano per un periodo di 120 ore (87 di aula e 33 di visite). Tra i vari moduli ci saranno “Paesaggio, flora e fauna: natura, storia e rappresentazioni dei paesaggi di Siena”, il “Museo del Paesaggio” e “l’Accademia dei Fisiocritici, la via Francigena, le terme senesi, gli aspetti storici della cucina dagli etruschi al medioevo. E poi ancora, aneddoti, piatti tipici nella storia, ingredienti e preparazioni, visite ad agriturismi, elementi di lingua inglese e pronto soccorso

 
 5. SVILUPPO
Il 18 novembre a Bruxelles
Meeting per Preserve
 

 

Meeting per Preserve il 18 novembre, a Bruxelles. Questa l’occasione per fare il punto sulle attività del progetto. Il meeting sarà l’occasione anche per monitorare il budget di spesa, per fare il feedback delle peer reviews che si sono svolte. Quindi sarà presentata la regione Eszak-Alföld, la regione Sterea Ellada, la Carinzia. Inoltre, saranno analizzate anche le attività di comunicazione e disseminazione. Su questo si concentra anche la relazione del Bic che illustra la newsletter semestrale disponibile sul sito web e diffusa in formato elettronico tra stakeholder e autorità pubbliche. Inoltre, a cura del Bic, sono stati realizzati il progetto di logo, l’immagine coordinata, le brochure. Preserve è progetto Europeo Interreg IV C che vede insieme 14 partner che provengono da 11 territori diversi. L’obiettivo è quello di promuovere azioni di turismo eco-sostenibile. E’ Lead Partner l’Assemblea Europea delle Regioni. Sono inoltre partner, l’Alba County Council (Romania), l’Alytus County Governor’s Administration (Lituania), l’Avila County Council (Spagna), l’Office of Banská Bystrica Self-governing Region (Slovacchia), l’Office of the Carinthian Government, Department 20 – Spatial Development (Austria), l’Észak-Alföld Regional Development Agency (Ungheria), il Syddansk Turism (Danimarca), l’Örebro Regional Development Council (Svezia), la Region of Sterea Ellada (Grecia), l’Internationalisationcenter Styria (Austria) ed Eurobic Toscana Sud (Italia).

 
 6. SVILUPPO
Questi i contenuti analizzati durante il meeting dedicato al progetto IPPC-NET che si è tenuto a Torino lo scorso 20 ottobre
Verifica sull’analisi legislativa, numero dei permessi, contenuti delle autorizzazioni, definizione delle best practice per IPPC NET
 

 

Verifica sull’analisi legislativa, numero dei permessi, contenuti delle autorizzazioni, definizione delle best practice. Questi i contenuti analizzati durante il meeting dedicato al progetto IPPC-NET che si è tenuto a Torino lo scorso 20 ottobre. Durante il convegno sono stati analizzati anche i contenuti delle autorizzazioni a frequenza di monitoraggio, i limiti degli scarichi idrici, la gestione dei rifiuti, il monitoraggio delle emessioni di rumore. La presentazione del progetto è stata curata da Gloria Rodriguez Lepe dello I.A.T. (Instituto Andaluz de Tecnologia), del sistema di comunicazione del progetto ha parlato Daniele Cappellini per Eurobic Toscana Sud). I risultati delle analisi relative alle implementazioni sulla Direttiva Ippc sono stati illustrati da Tiberio Daddi (Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna). Il punto di vista delle aziende sull’implementazione dell’Ippc è stato affrontato da Anna Maria Livraga (ARPA Piemonte), mentre Ermanno Maritano (Confindustria Piemonte) ha parlato del sistema delle imprese a confronto con la direttiva Ippc. Il sistema di controllo italiano è stato protagonista della relazione di Alfredo Pini (ISPRA), dei sistemi di monitoraggio in continuo delle emissioni si è occupato Sandro Garro (ARPA Toscana). Romano Ruggeri (ARPA Sardegna) ha parlato dell’esperienza della Sardegna sulle azioni preliminari relative ai permessi. HA moderato tutto il meeting Massimo Boasso dell’ARPA Piemonte.

 
 7. SOCIALE
Il centro servizi con sede a Poggibonsi è stato tra i partecipanti e gli organizzatori dell’evento che si è tenuto a Bari dal 15 al 19 novembre
Successo per il Focus Week sull’Anno Europeo della Lotta alla Povertà e all’Esclusione Sociale
 

 

Successo e tanti partecipanti per il Focus Week sull’”Anno Europeo della Lotta alla Povertà e all’Esclusione Sociale”, a Bari dal 15 al 19 novembre, di cui è stato protagonista Eurobic Toscana Sud. Una settimana con tante iniziative, spettacoli e momenti di riflessione che hanno coinvolto le persone che vivono la condizione di esclusione sociale, insieme a studiosi e intellettuali, politici locali e regionali, esperti e volontari che sono accanto alle persone povere, poveri o a rischio anch'essi. Tutte le iniziative hanno avuto una media di 90 persone e tantissimi interventi. Il centro servizi con sede a Poggibonsi è stato tra i partecipanti e gli organizzatori dell’evento. La scelta del luogo è andata su Bari e la Puglia come simboli di tutto il Sud Italia per realizzare una settimana di lotta contro la povertà e l'esclusione sociale e per il ruolo che stanno avendo nel nostro Paese. Sono passati dieci anni da quando a Lisbona fu lanciata la strategia per sradicare la povertà in Europa. Gli stati membri sono passati da 15 a 27, il numero delle persone a rischio di povertà era allora di 60 milioni oggi siamo arrivati a 80 milioni. In Italia almeno 12 milioni di persone vivono in povertà di cui oltre 5 sono considerate assolutamente povere. Una strategia che ha impegnato milioni di euro, ma che non è riuscita nel suo obiettivo primario. Sala affollata il 18 novembre, giorno in cui sono stati presentati i risultati del progetto Europa. Anche le iniziative “ludiche” sono andate oltre misura. Le donne dell’Amiata con lo spettacolo “Incerte Rotte” hanno avuto un gran successo ed il teatro pieno. Il successo maggiore è stato quello dello spettacolo, sempre organizzato all’interno del progetto Europa Spa, dei musicanti rodari (ROM). Importante la copertura dei media che hanno seguito l’evento. Europa spa è stato scelto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri come “case study” per i progetti progress italiani. Una nomina che rende possibile avere dei crediti per progetti futuri. Sono solo 5 i progetti nominati, uno per programma europeo.



www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news