NEWSLETTER - Anno 5 N° 12 - 20.12.2010
1. SOCIALE
Il riconoscimento ottenuto dal progetto di cui è capofila Eurobic Toscana Sud
“Europa spa” è stato selezionato dall’ufficio della Presidenza del Consiglio dei Ministri
 


 

“Europa spa” è stato selezionato dall’ufficio della Presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di rappresentare la “Case History” per il Programma Europeo Progress il cui obiettivo è quello di promuovere pari opportunità nei vari territori d’Europa. Il progetto europeo, a cui partecipa Eurobic Toscana Sud, ha come fine ultimo quello di promuovere il dibattito sull’inclusione sociale. Rappresenta, secondo la Presidenza del Consiglio: “Un concreto esempio di processo di progettazione, tali da generare elementi per la formulazione di indicazioni di politiche”. Come emerge dalla comunicazione che Eurobic ha ricevuto, i dati forniti su Europa spa hanno rappresentato un valido contributo per la realizzazione della fase centrale dello studio “La coerenza strategica tra Programmi di Sviluppo regionale e locale e Programmi Tematici Europei: Valutazione dello Stato dell’Arte e Indicazioni di Policy” promosso dal P.O.R.E., “Progetto Opportunità delle Regioni in Europa” – ufficio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La fase conclusiva di questo studio ha previsto la selezione, tra tutti i progetti esaminati, di cinque progetti che, per la loro valenza in termini di rilevanza per il potenziale impatto sullo specifico settore di riferimento e di composizione del partenariato nazionale ed internazionale, possano rappresentare un concreto esempio di processo di progettazione, tali da generare elementi per la formulazione di indicazioni di “policy”. Per ciascuno dei programmi tematici in analisi è stato selezionato un unico progetto tra tutti quelli approvati in cui siano presenti proponenti o partner italiani. In questo contesto è stato scelto Europa spa. Cinque tavoli di lavoro in cinque regioni per costruire inclusione sociale. Questo è stato Europa spa strumenti di partecipazione attiva nell’Europa del XXI secolo, capofila Eurobic Toscana Sud. Pari opportunità, immigrazione, minori, ma anche partecipazione e povertà sono stati i grandi temi affrontati con l’obiettivo di sensibilizzare e misurare il livello di inclusione. Ed infatti, insieme alle azioni concrete, sono state messe in atto campagne di sensibilizzazione, conferenze, laboratori musicali e teatrali. Questo è stato il progetto Europa s.p.a., Il programma ha ricevuto il contributo della Comunità Europea. Un investimento di 592.887 euro che si è articolato su un periodo di due anni che si basa su un partenariato tra Cilap-Eapn, Collegamento Italiano di Lotta alla Povertà Italia, e Eurobic Toscana Sud. Sono inoltre partner, Cesv – Centro servizi per il volontariato del Lazio, Comune di Prato, Comunità Montana Amiata Val d’Orcia, Provincia di Roma, Iress – Istituto Regionale Emiliano-Romagnolo per i Servizi Sociali e Sanitari, Erasmo – Centro studi di ricerca formazione e documentazione sull’Europa sociale (Puglia), Co.ri.ss. – Cooperative riuniti socio sanitarie (Calabria), Cooperativa animazione Valdocco (Piemonte), Regione Emilia Romagna, Provincia di Torino, Associazione Straligut (Siena), Città di Catanzaro, Comunità Capodarco Roma, Regione Lazio

 
 2. SVILUPPO
Lo scopo è quello di orientare le aziende verso scelte produttive economicamente remunerative fornendo nozioni di base sulle tecniche di coltivazione sostenibile delle piante officinali più adatte all’ambiente mediterraneo
Mediss: quattro seminari tra gennaio e marzo 2011
 
 

Continua il programma di seminari dedicati a Mediss, il progetto di cooperazione internazionale, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale con il contributo del Ministero dello Sviluppo Economico il cui obiettivo è il rafforzamento della capacità d’innovazione delle imprese agro-alimentari a partire dalla loro messa in rete nella “Filiera degli aromi e dei sapori del Mediterraneo”. Dopo l’appuntamento del 13 dicembre, a San Quirico, il ciclo “Piante officinali in provincia di Siena: cultura antica per un agricoltura moderna” ha già il programma tra gennaio e marzo 2011 quattro seminari. Lo scopo è quello di orientare le aziende verso scelte produttive economicamente remunerative fornendo nozioni di base sulle tecniche di coltivazione sostenibile delle piante officinali più adatte all’ambiente mediterraneo, sulle tecniche per la loro trasformazione per l’ottenimento di prodotti erboristici, allo scopo di vendita diretta e non, e indicazioni sulle normative di riferimento del settore. Il 27 gennaio 2011 “Le Piante Officinali: tra coltivazione e raccolta spontanea” con Andrea Primavera, della FIPPO. Sotto la lente, importanza, geografia delle produzioni, statistiche in Italia e nel mondo, associazionismo e filiera. Si parlerà anche della coltivazione intensiva delle piante officinali: domesticazione, miglioramento, germoplasma. Nel pomeriggio, la coltivazione intensiva delle piante officinali: propagazione, cure colturali, concimazione, meccanizzazione, lotta alle malerbe, difesa e raccolta. Attenzione anche alla coltivazione estensiva, agroforestry e alla raccolta spontanea delle piante officinali, flora mellifera e loro altre utilizzazioni. L’11 febbraio 2011, “Le Piante officinali: raccolta, conservazione ed utilizzazione nella piccola impresa”, si parlerà di essiccazione, distillazione, taglio e selezione, estrazione (principi), nell’azienda familiare e nella piccola impresa, magazzinaggio e conservazione così come degli aspetti normativi (fiscalità, regole sanitarie) della trasformazione in azienda. Il 25 febbraio 2011, “Aspetti economici e qualitativi della coltivazione e trasformazione delle piante officinali”. Sotto la lette i costi alla produzione e prezzi sul mercato, caratteristiche del mercato della materia prima e strategie di impresa per l’affermazione, il folder aziendale, la scheda tecnica, il listino prezzi, la coltivazione a contratto, il report di coltivazione. Il 4 marzo 2011, “Propagazione, coltivazione e raccolta delle piante officinali nell’ambiente temperato”. L’11 marzo, “Project Work: fare impresa con le piante officinali”. Mediss, a livello locale, mira ad identificare gli attori inconsapevoli della filiera delle piante officinali in provincia di Siena, i bisogni e gli strumenti necessari allo sviluppo competitivo, per innescare una dinamica di sviluppo su tutta la catena produttiva. La partecipazione ai seminari è gratuita, aperta ad addetti del settore agricolo, forestale, agroalimentare e dello sviluppo rurale, tecnici, consulenti, formatori, rappresentanti associazionismo sindacale ed economico, operatori in strutture pubbliche regionali e territoriali. Il numero di partecipanti è programmato fino ad un massimo di 30 persone. Tutti i seminari si terranno presso l’Aula convegni Eurobic Toscana Sud SpA Loc. Salceto 121 Poggibonsi Siena. Il modulo di iscrizione, compilato in ogni sua parte e sottoscritto deve essere inviato via fax o email a Eurobic Toscana Sud Spa, fax: 0577 980217, email: a.mangiarulo@bictoscanasud.it

 
 3. FORMAZIONE
A breve saranno pubblicati bandi
Già firmate le convenzioni per la realizzazione dei corsi di formazione di assistente di base e contabilità analitica
 
 

Già firmate le convenzioni tra Eurobic e la Provincia di Siena per la realizzazione dei corsi di formazione di assistente di base nell’area della Valdelsa e Val d’Orcia. Firmata anche la convenzione per il corso dedicato alla contabilità analitica. Queste sono alcune delle proposte che saranno oggetto degli undici nuovi corsi di formazione, gratuiti, che saranno effettuati da Eurobic Toscana Sud e che sono stati recentemente approvati dalla Provincia di Siena. Contabilità analitica e assistenza di base sono i temi oggetto dei corsi di formazione che la Provincia di Siena ha finanziato in riferimento all’avviso Multiasse per la formazione – Por ob.2 2007-2013 anno 2010, asse 2 “Occupabilità” e asse 4 “Capitale Umano”. Il primo progetto verrà realizzato in Valdelsa. Per quanto riguarda gli assistenti di base, sono stati finanziati due progetti, uno nell’area Valdelsa e l’altro a San Quirico d’Orcia. A breve saranno pubblicati i bandi con tutte le indicazioni utili per la partecipazione, data di scadenza del bando, tempistica di avvio delle lezioni e caratteristiche specifiche del corso (tipologia delle lezioni, argomenti che saranno affrontanti, stage ecc..).

 
 4. SVILUPPO
I risultati del meeting che si è tenuto a Siena gli scorsi 18 e 19 novembre
Con Agro-environmed pronto il manuale per le buone pratiche e le nuove tecnologie nel campo agro-alimentare
 

 

È già pronto il manuale per le buone pratiche e le nuove tecnologie nel campo agro-alimentare grazie a Agro-environmed, il progetto europeo che vuole incrociare domanda e offerta di innovazione, facendo crescere così l’innovazione eco-ambientale nel settore agroalimentare. Il manuale è stato presentato durante il meeting del progetto che si è tenuto gli scorsi 18 e il 19 novembre a Siena, presso l’Enoteca Italiana. È stata l’occasione per fare il punto sulle implementazioni nei vari paesi partner. La finalità del manuale delle buone pratiche è quello di raccontare sia le tecnologie che le pratiche esistenti in modo tale da far crescere i risultati delle aziende agro alimentari. Durante il meeting i partner hanno analizzato anche i dati relativi ai settori agroalimentari di ogni regione partner L’obiettivo è quello di andare verso un data base aggiornato di informazioni, in modo particolare sulle innovazioni eco-sostenibili all’interno del settore: informazioni da condividere per far crescere tutto il sistema. Da questo punto di vista è stato sottolineato il numero interessante di organizzazioni e imprese già registrate nella piattaforma web-based nel sito www.agroenvironmed.eu: un vero e proprio spazio di incontro tra i bisogni di innovazione delle aziende e l’offerta di centri di ricerca, università, enti. È stato anche presentato l’indice della ricerca interregionale che si compone dell’analisi comparativa e swot sui diversi settori interni alle regioni partner, sulla loro capacità di essere ecosostenibili, sulle criticità ambientali emerse, sulla diffusione delle buone pratiche. Tra i dati presi in considerazione, la dimensione delle aziende, il tasso di crescita, le politiche nazionali in campo agro-alimentare e innovazione, le politiche di produzione, i processi e il livello tecnologico.

 
 5. SVILUPPO
Il meeting del 18 novembre scorso a Bruxelles
Preserve: la comunicazione in primo piano
 

 

La strategia di comunicazione in primo piano nel Meeting di Preserve il 18 novembre scorso, a Bruxelles. Il Piano ha definito gli strumenti basati sul messaggio, che si incentra sull’unicità, l’originalità e la positività dell’impatto che può avere lo sviluppo e la protezione dell’ambiente e dunque del turismo sostenibile. I target sono i diretti utilizzatori del progetto (enti locali, politici, istituzioni ecc...) ma anche stakeholders a vari livelli, come l’università e gli operatori, il pubblico in modo generico. In questo senso, per il primo gruppo viene immaginata una comunicazione di tipo tecnico, più scientifica per il secondo gruppo e più generalista per il terzo. Dal mese di ottobre 2009 Eurobic, in quanto partner chiamato a relazionare sulla comunicazione, ha mandato a tutti i partner il materiale di disseminazione, il centro servizi inoltre ha lavorato con continuità sulle newsletter in edizione web, la cui struttura è stata integrata secondo gli input del progetto. Ogni partner ha la possibilità di tradurre la newsletter nella propria lingua per poterla divulgare nella propria regione. Ogni newsletter viene pubblicata sul sito web di Preserve, così come ogni partner contribuisce a inoltrare questo strumento di comunicazione ai propri contatti. A breve ne sarà pubblicata una nuova edizione. Preserve è progetto Europeo Interreg IV C che vede insieme 14 partner che provengono da 11 territori diversi. L’obiettivo è quello di promuovere azioni di turismo eco-sostenibile. È Lead Partner l’Assemblea Europea delle Regioni. Sono inoltre partner, l’Alba County Council (Romania), l’Alytus County Governor’s Administration (Lituania), l’Avila County Council (Spagna), l’Office of Banská Bystrica Self-governing Region (Slovacchia), l’Office of the Carinthian Government, Department 20 – Spatial Development (Austria), l’Észak-Alföld Regional Development Agency (Ungheria), il Syddansk Turism (Danimarca), l’Örebro Regional Development Council (Svezia), la Region of Sterea Ellada (Grecia), l’Internationalisationcenter Styria (Austria) ed Eurobic Toscana Sud (Italia).

 
 6. FORMAZIONE
È il nuovo corso di formazione gratuito che sarà realizzato da Eurobic, finanziato dalla provincia
di Siena

Già possibile iscriversi per diventare “Addetto all’assistenza di base”
 

 

È già possibile iscriversi per diventare “Addetto all’assistenza di base”. È il nuovo corso di formazione gratuito che sarà realizzato da Eurobic. Si svolgerà in Val d’Elsa per un totale di 600 ore di lezione e stage e 17 di orientamento. E’ destinato a 15 allievi di cui 10 donne e due over 45. Iscriversi è possibile fino al 21 gennaio 2011. L’assistente di base è una professionalità che opera prevalentemente nel settore della sanità e assistenza sociale. Si occupa di assistenza diretta, specie in situazioni di bisogno particolari, e di cura dell’ambiente di vita, sia a domicilio dell’utente che nelle strutture di cura residenziali. Opera in collegamento con i servizi e le risorse sociali. Sono sbocchi professionali i servizi di assistenza domiciliare così come presso le residenze sanitarie assistenziali e strutture tutelari, le cooperative sociali e i centri diurni. Il percorso formativo viene realizzato in attuazione del piano di intervento della formazione professionale della Provincia di Siena per l'anno 2010, con il concorso finanziario dell'Unione Europea, del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e della Regione Toscana, Durante le lezioni gli studenti avranno modo, tra gli altri, di approfondire temi legati alla legislazione sociale, ai bisogni degli utenti e l’ assistenza domiciliare, elementi di igiene e profilassi, nozioni di puericoltura, riabilitazione, geriatria e psichiatria, elementi di assistenza infermieristica, elementi di dietetica, fisioterapia, comunicazione interpersonale, elementi di psicologia differenziale e sociologia per operare in contesti familiari e tutelari problematici. Saranno studiati inoltre orientamento ed obiettivi dei servizi socio-assistenziali, rapporto tra operatore e utente, strumenti di aiuto nel lavoro professionale, contratto di lavoro, prevenzione e pronto soccorso. Due saranno i moduli in cui si organizzerà il corso, che si svolgerà presso Eurobic Toscana Sud, in Località Salceto a Poggibonsi: formazione in aula per 310 ore e stage per 290 ore volto a permettere la sperimentazione diretta, on the job, delle informazioni e delle conoscenze apprese durante la fase di formazione. Le lezioni inizieranno a febbraio 2011 per andare avanti fino a novembre 2011. Il corso è destinato a persone inattive, inoccupate disoccupate (iscritte al Centro Impiego), lavoratori in CIGS e mobilità, immigrati. Per i disoccupati è necessario presentare il certificato di disoccupazione rilasciato dal centro per l’Impiego o autocertificazione (ai sensi del DPR 445/2000) attestante lo stato di disoccupazione. Per iscriversi è necessario il diploma di scuola secondaria di primo ciclo, oppure in caso di assolvimento di obbligo scolastico con licenza elementare è necessaria un esperienza lavorativa triennale. La domanda dovrà essere indirizzata e spedita a mezzo raccomandata A/R oppure consegnata direttamente a Eurobic Toscana Sud Spa, Loc. Salceto, 121 Poggibonsi, 53036 Poggibonsi (Si). Dovrà pervenire entro le 17 del giorno del 21 gennaio 2011. I moduli di iscrizione ai corsi sono reperibili presso gli uffici e le sedi Operative Eurobic Toscana Sud Spa, gli uffici del servizio Formazione-Lavoro e i Centri per l'Impiego dell'amministrazione provinciale di Siena e possono essere scaricati da www.bictoscanasud.it e da www.impiego.provincia.siena.it alle voci cerc@corsi e Bandi. Alla domanda deve essere allegata copia del documento di riconoscimento, pena l’esclusione. In caso di richieste superiori ai posti sarà effettuata una selezione.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.

Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione.

Se ritieni che questa e-mail non sia di tuo gradimento,
e non vuoi pił ricevere notizie ed aggiornamenti da Eurobic Toscana Sud S.p.a. clicca QUI
oppure invia una e-mail con oggetto "NO NEWSLETTER" a cancellami@bictoscanasud.it