NEWSLETTER - Anno 6 N° 08 - 29.08.2011
1. SVILUPPO
Si terrà alla metà di settembre a Faro, in Portogallo, la conferenza internazionale dedicata a creatività e innovazione
Nuovo appuntamento per Creamed
 


 

Si terrà alla metà di settembre a Faro, in Portogallo, la conferenza internazionale dedicata a creatività e innovazione. È quanto ha deciso lo Steering Committee del progetto europeo CREAMED che si è tenuta lo scorso 5 luglio a Dvorek Jeruzalem, in Slovenia Per ogni partner del progetto prenderanno parte alla conferenza due esperti dei temi oggetto della conferenza. Tutto questo con l’obiettivo di approfondire la discussione attorno all’innovazione nei territori di riferimento. Il progetto CREAMED, creato nel quadro del Programma MED-Programma transnazionale di cooperazione territoriale europea per i paesi del Mediterraneo nel periodo 2007-2013, infatti, ha come obiettivo quello di promuovere la creatività e l'innovazione tra le Regioni MED, sia a livello pubblico che a livello privato. CREAMED è un percorso verso lo sviluppo regionale sostenibile, che incoraggia sinergie, cooperazione e politiche di apprendimento reciproche. All'interno di queste finalità generali, l'obiettivo specifico è quello di influenzare le politiche pubbliche sull'innovazione garantendo la loro attuazione in modo coordinato e coerente, in linea con le priorità dell'Unione Europea, promuovendo l'industria del Mediterraneo e contribuendo al consolidamento dell'economia della conoscenza. Tutto ciò viene realizzato mediante una serie di azioni che coinvolgono i principali attori pubblici e privati promuovendo un atteggiamento pro-attivo dei responsabili politici e degli imprenditori sull'innovazione. CREAMED è coordinato dall'Istituto Tecnologico dell'Andalusia (IAT) e prevede la partecipazione di nove partner provenienti dalle zone di ammissibilità del programma MED, e specificamente: Direzione Generale Ricerca, Tecnologia e Impresa (Spain), Fondazione Temi Zammit (Malta), Agenzia di Sviluppo Regionale Mura Ltd. (Slovenia), Fondazione Privata ASCAMM (Spain), Eurobic Toscana Sud (Italia), Regione Abruzzo (Italia), Alexander Innovation Zone of Thessaloniki (Greece), Comune di Agios Athanasios (Cipro) and Tecnologie del Mediterraneo (France).

 
 2. SVILUPPO
Verso la conclusione del progetto dedicato al turismo sostenibile
Preserve: il 20 ottobre a Siena la conferenza finale
 

 

Si terrà il prossimo 20 ottobre a Siena la conferenza finale del progetto europeo Preserve dedicato alla crescita delle strategie del turismo sostenibile. “Sustainability & Innovation in Tourism: Regions present ideas & solutions”, ovvero “Sostenibilità e innovazione nel turismo: le Regioni presentano idée e soluzioni”. È questo il titolo dell’iniziativa che si svolgerà presso la Scuola della Cassa Edile, in via Rinaldo Franci a Siena. In questo modo si chiude il percorso del progetto iniziato che è stato presentato nella conferenza di lancio di Bruxelles a febbraio 2009 con l’obiettivo di individuare azioni per sostenere il turismo sostenibile e dunque effettuare scambio di buone pratiche. Nel convegno senese sono previste, tra gli altri, le presenze di Michèle Sabban, presidente dell’Assemblea Europea delle Regioni, vice presidente della regione francesce dell’Ile-de-France, di Massimo Umiliati, amministratore unico di Eurobic Toscana Sud, Francesca Tudini, Responsabile dell’Unità “Turismo politica e sviluppo”, DG Enterprise, Commissione Europea, Carlo Fidanza, membro del parlamento europeo, relatore sulle nuove strategie del turismo Europeo. Ed ancora, per parlare di “Innovazione nel turismo: percorsi di crescita economica e sviluppo” ci saranno rappresentanti da tutte le regioni partner. Nella seconda sessione tematica si parlerà degli sviluppi e dell’eredità di Preserve: “Sviluppo del turismo sostenibile: cosa può portare Preserve alle altre regioni europee”. Preserve è progetto Europeo Interreg IV C che vede insieme 14 partner che provengono da 11 territori diversi. Rappresentano vecchi e nuovi stati membri e hanno una vasta rappresentanza geografica. È Lead Partner l’Assemblea Europea delle Regioni. Sono inoltre partner, l’Alba County Council (Romania), l’Alytus County Governor’s Administration (Lituania), l’Avila County Council (Spagna), l’Office of Banská Bystrica Self-governing Region (Slovacchia), l’Office of the Carinthian Government, Department 20 – Spatial Development (Austria), l’Észak-Alföld Regional Development Agency (Ungheria), il Syddansk Turism (Danimarca), l’Örebro Regional Development Council (Svezia), la Region of Sterea Ellada (Grecia), l’Internationalisationcenter Styria (Austria) ed Eurobic Toscana Sud (Italia).

 
 3. SVILUPPO
Vanno avanti le attività del programma dedicato all’implementazione della direttiva europea per il controllo dell’inquinamento europeo. Il prossimo 15 settembre, a Bruxelles, ci terrà la conferenza internazionale
Ippc: novità per il sito internet del progetto
 
 

Novità per il sito internet del progetto Med-Ipcc. Sono infatti on line all’indirizzo www.medippcnet.eu comunicati e informazioni in tutte le lingue dei paesi partner. Vanno dunque avanti le attività del programma dedicato all’implementazione della direttiva europea per il controllo dell’inquinamento europeo e per l’armonizzazione delle diverse strategie di applicazione della direttiva IPPC. Il prossimo 15 settembre, a Bruxelles, ci terrà la conferenza internazionale a cui parteciperà Giovanni Gordiani, speaker della Comunità Europea ed esperto che sta seguendo l’evoluzione del progetto. Invece, i principali risultati dell’analisi interregionale del progetto Med-Ippc sono stati presentati gli scorsi 17 e 18 maggio durante il quinto Steering Committee Meeting in Palermo. La Scuola di Sant’Anna ha presentato a tutti i partner ha illustrato a tutti i partner in particolare i contenuti dell’Analisi delle Autorizzazione, nonché la parte dell’analisi relativa alle imprese. I dati che emergono sono molto importanti e rendono possibile lo sviluppo di una comune metodologia di implementazione dell’Ippc. Il report finale dell’Interregional Analysis è disponibile sul sito web di MED IPPC NET all’indirizzo www.medippcnet.eu.

 
 4. FORMAZIONE
Il nuovo corso che sarà realizzato da Eurobic Toscana Sud. Possibile presentare le domande entro il 19 settembre
Diventare esperti di valutazione degli apprendimenti delle competenze
 

 

Diventare esperti di valutazione degli apprendimenti delle competenze con il nuovo corso che sarà realizzato da Eurobic Toscana Sud. È la nuova proposta formativa che il centro servizi sviluppa in attuazione del piano di intervento della Formazione Professionale per l’anno 2011 della Provincia di Siena. Il corso può contare sia sul contributo della stessa Provincia che della Regione Toscana. Le lezioni, che si terranno a Poggibonsi, in Loc. Salceto 121 – presso la sede del Bic - sono dedicate a 20 allievi che dovranno seguire 80 ore in aula e 20 ore di formazione a distanza.
I candidati a diventare esperti di valutazione degli apprendimenti e delle competenze dovranno studiare il sistema delle competenze regionale nonché i metodi e gli strumenti per la valutazione e certificazione degli apprendimenti e delle competenze. È possibile presentare la domanda entro le ore 17 del 19 settembre 2011. Il costo finale è di 800 euro.
Per partecipare è necessario essere cittadino di stato membro dell’Unione Europea (U.E.), avere un’età non inferiore a 18 anni, avere un titolo di istruzione secondaria superiore più una comprovata esperienza nel campo della valutazione dell’apprendimento e/o dell’analisi, con ricostruzione e valutazione delle competenze di almeno 6 anni, oppure laurea più comprovata esperienza nel campo della valutazione dell’apprendimento e/o dell’analisi, con ricostruzione e valutazione delle competenze di almeno 4 anni. È ammesso a partecipare inoltre chi ha una laurea specialistica più comprovata esperienza nel campo della valutazione dell’apprendimento e/o dell’analisi, con ricostruzione e valutazione delle competenze di almeno 2 anni.
Come presentare la domanda. La domanda dovrà essere indirizzata e spedita a mezzo raccomandata A/R oppure consegnata direttamente a Eurobic Toscana Sud Spa – Loc. Salceto 121 – 53036 Poggibonsi (SI). I moduli di iscrizione ai corsi e il bando completo sono reperibili presso gli uffici e le sedi operative di Eurobic Toscana Sud, gli uffici del servizio Formazione-Lavoro e i Centri per l'Impiego dell'Amministrazione Provinciale di Siena. Possono inoltre essere scaricati dai siti www.bictoscanasud.it e www.impiego.provincia.siena.it alle voci cerc@corsi e Bandi. Alla domanda devono essere allegati tutti i documenti richiesti. Nel caso in cui il numero degli idonei sia superiore a 20, si procederà ad una selezione più accurata con test attitudinali e colloqui. Al termine dell’attività formativa, previo superamento di un esame finale, verrà rilasciato un Certificato di Competenze. Il rilascio dell’attestato è subordinato alla frequenza minima del 70% del monte ore del corso.
Per informazioni e richiesta modelli di domanda è possibile contattare Eurobic Toscana Sud al numero 0577 995011 o al fax 0577 980217. È possibile inoltre trovare informazioni sul sito www.bictoscanasud.it o scrivere a info@bictoscanasud.it

 
 5. FORMAZIONE
La nuova proposta formativa che sarà realizzata da Eurobic Toscana Sud in attuazione del piano di intervento della Formazione Professionale per l’anno 2011 della Provincia di Siena. Possibile presentare le domande entro il 22 settembre
Esperti in Business paghe e contributi a Poggibonsi e Sinalunga
 

 

Esperti in Business paghe e contributi. È la nuova proposta formativa che sarà realizzata da Eurobic Toscana Sud in attuazione del piano di intervento della Formazione Professionale per l’anno 2011 della Provincia di Siena. Il corso si svolgerà sia a Poggibonsi che a Sinalunga. Le due proposte hanno le stesse caratteristiche, si svolgeranno però in due sedi diverse della Provincia di Siena, a Poggibonsi, presso Eurobic, in località Salceto, e a Sinalunga, presso l’Ex Centro Formazione Professionale, in via Trento. I due corsi sono per 18 allievi, di cui almeno il 50 per cento donne. Sarà possibile presentare le domande entro le ore 17 del 22 settembre sia per le lezioni che si terranno a Poggibonsi che per quelle che si terranno a Sinalunga. Il costo è di 800 euro. I corsi si compongono di 90 ore (78 in aula e 12 ore di formazione a distanza) più quattro ore di orientamento di gruppo. Gli allievi studieranno materie legate alla contabilità generale all’interno delle imprese nonché software di contabilità, registrazioni, paghe e contributi.
Per partecipare è richiesta la maggiore età e un titolo di istruzione secondaria superiore, oppure almeno 3 anni di esperienza lavorativa nell’attività professionale di riferimento, oppure il possesso delle competenze di livello 2 EQF (da accertare attraverso procedura di valutazione delle competenze in ingresso).
Come presentare la domanda. La domanda dovrà essere indirizzata e spedita a mezzo raccomandata A/R oppure consegnata direttamente a Eurobic Toscana Sud Spa – Loc. Salceto 121 – 53036 Poggibonsi (SI). I moduli di iscrizione ai corsi e il bando completo sono reperibili presso gli uffici e le sedi operative di Eurobic Toscana Sud, gli uffici del servizio Formazione-Lavoro e i Centri per l'Impiego dell'Amministrazione Provinciale di Siena. Possono inoltre essere scaricati dai siti www.bictoscanasud.it e www.impiego.provincia.siena.it alle voci cerc@corsi e Bandi. Alla domanda devono essere allegati tutti i documenti richiesti. In caso il numero degli idonei sia superiore a 18, si procederà ad una selezione più accurata con test attitudinali e colloqui. Al termine dell’attività formativa, previo superamento di un esame finale, verrà rilasciato un certificato di competenze subordinato alla frequenza minima del 70% del monte ore del corso.
Per informazioni e richiesta dei modelli di domanda è possibile contattare Eurobic Toscana Sud al numero 0577 995011 o al fax 0577 980217. È possibile inoltre trovare informazioni sul sito www.bictoscanasud.it o scrivere a info@bictoscanasud.it

 
 6. SOCIALE
Il progetto europeo che mette in pratica lo scambio formativo e di know how tra i paesi dell’Europa
Viaggio studio alla scoperta delle esperienze irlandesi con “Business Start up network empowerment”
 
 

Centri incubatori di imprese, dove si affittano locali e si danno incentivi alle aziende che ottengono i migliori risultati. Sono le realtà visitate dal Bic durante il primo viaggio studio a Dublino per “Business Start up network empowerment” il progetto europeo che mette in pratica lo scambio formativo e di know how tra i paesi dell’Europa. Il viaggio studio si è svolto dal 10 al 13 luglio e ha reso possibile l’incontro tra le competenze italiane del progetto e i partner irlandesi. Lunedì 11 luglio il programma ha previsto la visita al Guinness Enterprise Centre, incubatore di imprese a Dublino dove si affittano locali alle imprese che vogliono partire, nonché l’incontro con il Comune di Dublino e la partecipazione all’evento “Women Network” con una lezione sulla comunicazione tenuta da una consulente che ha lavorato con Nelson Mandela. Martedì 12 luglio invece in programma la presenza al seminario al Dublin City Enterprise Board. Nel pomeriggio i partner hanno presentato le proprie attività reciproche. In Irlanda esistono agenzie che svolgono il ruolo di incubatore di imprende chiedendo una quota di iscrizione alle imprese e dunque fornendo, successivamente, seminari, percorsi formativi e incentivi per chi riesce a raggiungere determinati risultati. La delegazione italiana era composta da Serena Cesarini Sforza- Eurobic Toscana Sud spa (direttrice progetto), Annunziata Mangiarulo- Eurobic Toscana Sud spa, Francesca Serra – Euroteam Firenze, Cristiana Chiarantini- Vivaio impresa, Giulia Cerrone- Euroteam Firenze, Viola Tesi- Vivaio impresa, Lara Ventura, Euroteam Firenze, Coordinatrice progetto, Luisa Baldeschi – Euroteam Bologna, Silvana Taglianini-Vivaio impresa. Business Start Up Network – Empowerment rappresenta lo sviluppo del network che unisce i centri di supporto per lo start up di impresa, già avviato con il precedente progetto Business Start Up Network (POR Ob. 2 RT 2007/2013 Asse V “Transnazionalità ed Interregionalità”). In questo ambito i partner sottoscrissero, il 19 maggio 2010, un “Protocollo di Rete” per la collaborazione e lo sviluppo di possibili progetti ed iniziative di interesse comune.

 
 7. SOCIALE
L’ordine del giorno votato alla unanimità - quindi anche dal BIC - durante la XII assemblea generale di EAPN, la rete europea contro le povertà, a Lisbona dal 16 al 19 giugno scorsi
“L'Europa ha bisogno di un nuovo cuore”
 

 

“L'Europa ha bisogno di un nuovo cuore”. È l’ordine del giorno votato alla unanimità - quindi anche dal BIC - durante la XII assemblea generale di EAPN, la rete europea contro le povertà, a Lisbona dal 16 al 19 giugno scorsi. Hanno preso parte al dibattito e alle attività le delegazioni provenienti da 27 paesi e da 11 organizzazioni europee. L’Assemblea generale della Rete europea contro la povertà (EAPN) si è svolta in un clima di crescente malumore generato dalle difficoltà dell’Unione europea e dei governi dei suoi Stati membri incapaci di rispondere alla crisi attuale adottando misure solidali che proteggano le persone e non i mercati. EAPN non accetta l'affermazione che non ci siano alternative a misure di austerità tanto forti. I delegati dunque hanno chiesto ai leader europei di “dare un nuovo cuore” al progetto europeo attivando varie misure. Tra queste: lo sviluppo sociale e sostenibile e la solidarietà devono diventare priorità principale dell'Unione europea e i diritti umani devono essere il fulcro dei suoi sforzi nella lotta contro la povertà e l'esclusione sociale; gli obiettivi di riduzione della povertà devono essere ambiziosi e coerenti e devono riflettere i tre indicatori concordati dal Consiglio europeo (giugno 2010), assicurando un monitoraggio rigoroso dei progressi fatti da tutti coloro che vivono in povertà, inclusi i più svantaggiati; difendere e promuovere lo stato sociale e i diritti sociali quali prerequisiti necessari per la ripresa economica; difesa dei beni comuni (acqua, salute, trasporti, servizi sociali...) intesi quali diritti fondamentali; rafforzamento dell'economia reale, incluso il supporto all'economia sociale e a investimenti in strategie atte a sviluppare un mercato del lavoro in grado di offrire occupazione di qualità e opportunità per tutti e tutte; mettere un freno al sistema distruttivo della speculazione, costringendo il settore bancario a farsi carico della sua parte di onere; introdurre una tassa per le transazioni finanziarie che serva a finanziare gli investimenti sociali; garantire un alto livello di trasparenza che possa contrastare la corruzione; lottare contro l'evasione e l'elusione fiscale, incluso l'abolizione dei paradisi fiscali, specialmente quelli che si trovano sul territorio dell'Unione; lottare a livello europeo, con forza e convinzione, contro il crimine organizzato affinché si stronchino meccanismi che provocano povertà ed esclusione sociale. Ed ancora, altri punti del documento parlano di creare le condizioni affinché gli Stati membri ottengano prestiti a tassi di interesse ragionevoli e promuovere la solidarietà in tutta l'Unione europea; sviluppare meccanismi di monitoraggio capaci di seguire le tendenze della ricchezza e delle disuguaglianze negli Stati membri utili a promuovere e realizzare misure che riducano le disuguaglianze di reddito e di ricchezza.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.

Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione.

Se ritieni che questa e-mail non sia di tuo gradimento,
e non vuoi pił ricevere notizie ed aggiornamenti da Eurobic Toscana Sud S.p.a. clicca QUI
oppure invia una e-mail con oggetto "NO NEWSLETTER" a news@bictoscanasud.it