NEWSLETTER - N° 25 - 03.08.2007
 1. SVILUPPO
Camper, firmato il protocollo d'intesa per la filiera toscana 
La sottoscrizione del documento venerdì 13 luglio. Presentata anche la ricerca condotta da Eurobic per conto della Provincia.
 
 

Nell’area compresa tra la Val d’Elsa e la Val di Pesa, tra la Provincia di Siena e Firenze, esiste l’80% della produzione italiana del settore camperistico per un valore di circa 600 milioni di euro di produzione l'anno e un'occupazione di circa 1.700 addetti che arrivano a 3.000 con l'indotto. Questi i dati che emergono dalla ricerca commissionata dalla Provincia di Siena a Eurobic Toscana di cui si è parlato durante la firma del Protocollo del Camper venerdì 13 luglio al Cassero di Poggibonsi. Presenti la Provincia di Siena con il presidente Fabio Ceccherini, la Regione Toscana con Ambrogio Brenna assessore all'innovazione e alle attività produttive, e la Provincia di Firenze con il vicepresidente  Andrea Barducci. Il Protocollo d'intesa prevede l'attivazione di una fase di concertazione e confronto con le organizzazioni sindacali, economiche e di categoria, l'individuazione di settori di intervento come le infrastrutture, la logistica, la ricerca e la formazione e la definizione con il ministero per lo Sviluppo economico di strumenti di finanziamento e leggi specifiche finalizzate alla crescita del comparto. "Quello del camper è un settore strategico - ha aggiunto il presidente della Provincia di Siena Fabio Ceccherini - che ha bisogno di azioni integrate che diano risposte in termini di  infrastrutture, ricerca e innovazione, formazione e servizi per i lavoratori".

 
 2. SVILUPPO
Un osservatorio per il settore del camper
L’ indagine condotta da Eurobic Toscana Sud in cui si delineano proposte e strategie di sviluppo. Importante la presenza di una funzione tecnica che contribuisca a tenere sotto osservazione fabbisogni e soluzioni.
 
  Una indagine articolata in cui si delineano strategie di sviluppo e con cui Eurobic inizia a dare applicazione ad alcuni contenuti dello stesso Protocollo del Camper. Questa è la ricerca condotta da Eurobic Toscana Sud per conto della Provincia di Siena. Tra le proposte contenute, creare un osservatorio ad hoc per la camperistica in Toscana, far crescere i servizi alle imprese, l’impegno per evitare la delocalizzazione, la spinta verso l’innovazione. Il progetto di ricerca per la Val d’Elsa e la Val di Pesa ha avuto l’obiettivo di fornire un supporto per migliorare l’organizzazione dell’offerta territoriale. Il lavoro ricostruisce un quadro aggiornato del settore, fornisce conoscenze quali-quantitative del sistema produttivo, predispone materiale di analisi come base per gli impegni definiti nel Protocollo d’intesa del camper, promuove una prassi di analisi e confronto continuo tra tutti gli attori locali. La ricerca inoltre predispone tramite la proposta dell’osservatorio sul camper, un punto di riferimento per monitorare gli andamenti e le dinamiche aziendali ed i loro fabbisogni. Attualmente per il mercato del camper sta prendendo il via una terza fase di sviluppo che porterà ad una serie di riassestamenti strutturali e di mercato. Secondo la ricerca sono priorità per lo sviluppo del sistema locale della camperistica tutte le azioni tese a evitare la delocalizzazione dei produttori finali dal territorio, un miglioramento dell’offerta, la crescita e continua qualificazione della forza lavoro, la predisposizione di maggiori ed ulteriori servizi alle imprese. Inoltre, nel comparto della camperistica, importante la presenza di una funzione tecnica che contribuisca a tenere sotto osservazione fabbisogni e soluzioni e che sia in grado di mettere in rete le competenze di centri di ricerca e di servizi già presenti in Toscana e soprattutto in prossimità delle aree di specializzazioni.
 
 3. SVILUPPO
64 le imprese presenti negli 8 comuni tra l’Alta Valdelsa e la Val di Pesa: ecco i dati della ricerca
Una vera e propria radiografia al sistema camperistico locale.
 
  Ben 64 sono le imprese negli 8 comuni tra l’Alta Valdelsa e la Val di Pesa, con una concentrazione particolare di 36 imprese nel comune di Poggibonsi. Circa un terzo sviluppa i propri fatturati in modo esclusivo o altamente prevalente nella camperistica. Le imprese censite ammontano complessivamente a 79 di cui 64 sono localizzate negli 8 comuni dell’Alta Valdelsa e della Val di Pesa. Questi i dati della ricerca condotta da Eurobic. La distribuzione territoriale delle imprese trova una concentrazione particolare nel comune di Poggibonsi con 36 imprese. Circa un terzo delle aziende censite (21) sviluppa i propri fatturati in modo esclusivo o altamente prevalente nella camperistica. Un secondo raggruppamento significativo (circa il 44%) ottiene dalla camperistica una quota del proprio fatturato inferiore al 15% (di cui molte con quote modeste intorno al 5%). La sub-fornitura locale genera un movimento d’affari intorno ai 100 milioni di euro l’anno. La stima complessiva di addetti negli 8 comuni è di circa 1.700 persone. L’incidenza principale dell’occupazione verte per circa il 72% sui produttori finali e il 14% sui fornitori di parti strutturali, il resto si distribuisce all’interno delle altre categorie di imprese. In termini di “occupati movimentati” nell’area dal comparto, il numero delle persone che lavorano stabilmente ed occasionalmente, in modo esclusivo e parziale, nella camperistica, può essere stimato intorno alle 3.000 unità. La ricerca ha analizzato anche la provenienza dei fornitori. I fornitori locali rappresentano complessivamente circa il 13%, si caratterizzano in modo significativo nelle forniture di parti strutturali (grazie anche alla localizzazione di alcune importanti aziende leader), di componenti di allestimento soprattutto relative agli arredi e nella vendita di materiale di uso e consumo esercitata per lo più da intermediari commerciali.
 
 4. SVILUPPO
Eddt, evento finale in Portogallo
Le decisioni del meeting che si è svolto dal 19 al 21 giugno scorso a Lisbona.
 
  Appuntamento a Lisbona per l’Eddt, Epine Dorsale du Devoloppement Territoriale. Dal 19 al 21 giugno scorso Eurobic ed i partner portoghesi e francesi si sono incontrati in Portogallo per l’analisi complessiva dei sottoprogetti in vista della loro chiusura prevista per tutti per il 30 giugno 2007. E’ stata inoltre individuata la data in cui svolgere l’evento finale. Sarà il prossimo 19 settembre in Portogallo, in corrispondenza del forum internazionale che si terrà sempre in Portogallo dal 20 al 21 settembre per la presentazione del nuovo programma di Iniziativa Comunitaria INTERREG IVC per il nuovo sessennio di programmazione 2007 - 2013. L’idea di far coincidere i due eventi muove dalla volontà della vasta rete di partner creata attraverso Eddt di continuare a lavorare da subito sulla capitalizzazione delle esperienze appena concluse in vista della nuova programmazione europea.
 
 5. FORMAZIONE
A settembre riprende l’attività destinata a imprenditori e operatori
Ripartono le iniziative nell’ambito dell’offerta formativa di Eurobic per il 2007 che prosegue così nel suo impegno nella formazione continua e nell’aggiornamento.
 
  Riprende a settembre l’offerta formativa di Eurobic. Il 20 e il 27 si svolgerà infatti il corso in ‘Programmazione e controllo’, sedici ore di lezione (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 di entrambe le giornate) che hanno l'obiettivo di definire e di insegnare il quadro operativo di un moderno sistema di programmazione e controllo con un’attenzione particolare al budget, alla contabilità gestionale e al sistema di reporting. Il corso si rivolge a imprenditori, liberi professionisti, responsabili, quadri che affronteranno argomenti quali il sistema di budget, la misurazione delle performance e il loro controllo, le diverse forme di reportistica, la traduzione della strategia in obiettivi operativi, la Balanced Scorecard, il target da raggiungere e le iniziative strategiche, casi ed esperienze. In cattedra ci saranno Maria Pia Maraghini, ricercatrice in economia aziendale presso l’Università di Siena e Alessandro Bacci, partner della società di consulenza Telos Consulting. A novembre ripartirà anche il corso “3D Rhino designer”, 110 ore destinate a designer, addetti alla progettazione, disegnatori, studenti universitari. Una proposta legata all'informatica avanzata, che vede in cattedra il designer Marco Cadenzo. Le lezioni, quattro ogni mese, si svolgono presso la sede di Eurobic a Poggibonsi (località Salceto). L’obiettivo è quello di fornire gli strumenti per modellare con accuratezza e precisione, e quindi per procedere al rendering, all'animazione e all'ingegnerizzazione del prodotto. Informazioni al numero 0577 99501 oppure tramite mail a staff@bictoscanasud.it
 
 6. FORMAZIONE
Inglese per tecnici e inglese commerciale, due nuovi corsi al via
Aperte le adesioni per iscriversi alle lezioni. Iscrizioni e informazioni al numero 0577 99501 oppure tramite mail a staff@bictoscanasud.it
 
  Due corsi di inglese ai nastri di partenza. Sono aperte infatti le adesioni per partecipare alle due iniziative di Eurobic dal titolo 'Inglese per il commercio' e 'Inglese per tecnici'. Coloro che seguiranno le lezioni di inglese commerciale affronteranno un ciclo di 100 ore, con la possibilità di precisare con l’insegnante gli argomenti da trattare per mirare il corso su particolari casi aziendali. L'iniziativa è infatti destinata a coloro che per lavoro hanno contatti con altri paesi europei o extraeuropei e hanno quindi la necessità di comunicare in lingua inglese. Il secondo dei due corsi in programma, 'Inglese per tecnici', è destinato invece a coloro che per lavoro operano con imprese estere con mansioni operative. Le lezioni, 80 ore complessive, verteranno sul linguaggio tecnico relativo ad aspetti di mansione, qualità, sicurezza, operatività. Entrambi i corsi sono suddivisi in due moduli (un livello base e uno avanzato) ed è possibile partecipare ad entrambi o a uno dei due. Informazioni e prenotazioni allo 0577 99501 oppure tramite mail a staff@bictoscanasud.it
 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all'indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news