NEWSLETTER - N° 39 - 28.01.2009
 1. SOCIALE
Pari Opportunità, immigrazione, minori, ma anche partecipazione e povertà sono i grandi temi del progetto presentato da Eurobic che ha ricevuto il contributo della Comunità Europea
L’inclusione sociale si chiama Europa spa
 

 

Cinque tavoli di lavoro in cinque regioni per costruire inclusione sociale. Pari Opportunità. Immigrazione, minori, ma anche partecipazione e povertà sono i grandi temi che hanno l’obiettivo di sensibilizzare e misurare il livello di inclusione. Ed infatti, insieme alle azioni concrete, saranno messi in atto campagne di sensibilizzazione, conferenze e teatro. E’ il progetto Europa s.p.a. strumenti di partecipazione attiva nell’Europa del XXI secolo, di cui è capofila Eurobic Toscana Sud, ha ricevuto il contributo della Comunità Europea. Un investimento di 592.887,00 euro che si articolerà su un periodo di 2 anni. Si basa su un partenariato tra Cilap –Eapn, Collegamento Italiano di Lotta alla Povertà Italia, e Eurobic Toscana Sud. Sono inoltre partner, Cesv – Centro servizi per il volontariato del Lazio, Comune di Prato. Provincia di Roma, Iress – Istituto regionale emiliano-romagnolo per i servizi sociali e sanitari, Erasmo – Centro studi di ricerca formazione e documentazione sull’Europa sociale (Puglia), Co.ri.ss. – Cooperative riuniti socio sanitarie (Calabria), Cooperativa animazione Valdocco (Piemonte), Regione Emilia Romagna, Provincia di Torino, Associazione Straligut (Siena), Città di Catanzaro Europa s.p.a., co-finanziato dalla Commissione europea, vuole promuovere il dibattito sull’inclusione sociale in supporto al rafforzamento del Metodo Aperto di Coordinamento sulla protezione sociale e l’inclusione sociale (MAC/inclusione). Il programma si basa sull’assunto che l’applicazione concreta dei concetti della non-discriminazione e delle pari opportunità è essenziale nella lotta contro la povertà e l’esclusione sociale. Attraverso una serie di azioni Europa s.p.a. vuole verificare se e come il MAC/inclusione può o potrebbe rafforzare la lotta contro le discriminazioni e per le pari opportunità per tutti e tutte. Il progetto, sviluppando parte delle sue attività nel 2010, potrà dare un contributo importante alle iniziative che l’Italia metterà in campo per l’anno europeo contro la povertà, prefigurandosi come occasione di discussione e conoscenza a livello regionale e nazionale. Il progetto inoltre farà conoscere il MAC/inclusione partendo da diversi gruppi target e diverse tematiche: donne, minori, persone in povertà, comunità Rom e accesso ai Servizi di Interesse Generale. Europa s.p.a cercherà anche di capire quanto il Piano nazionale per l’inclusione sociale risponde alle aspettative e ai bisogni dei gruppi presi in esame, quanto e come affronta la questione dell’accesso ai servizi di interesse generale.

 
 2. SOCIALE
Il progetto presentato da Eurobic che ha ricevuto il contributo della Comunità Europea
Cinque tavoli di lavoro per cinque regioni in Europa spa
 
 

Tanti sono i livelli su cui opererà Europa spa, coinvolgendo nelle varie azioni gruppi e fasce di popolazione diverse. In particolare, in cinque regioni (Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Calabria) saranno attivati cinque tavoli di lavoro ai quali parteciperanno tutte le parti in causa per discutere insieme su come promuovere il dibattito sulla nuova agenda sociale, collegando i suoi contenuti alle realtà regionali e locali. Prato, Roma, Torino, Bologna e Catanzaro sono le città coinvolte. Ed ancora, sono previsti cinque spot da mandare in onda su reti televisive regionali ognuno centrato sui cinque argomenti trattati dai gruppi di lavoro, cercando di far arrivare il messaggio all’opinione pubblica che la giustizia sociale e le pari opportunità sono di nuovo al centro dell’Unione europea. Inoltre, il “Teatro della cittadinanza”, un gruppo teatrale amatoriale di donne nato nel centro famiglia Il Mosaico di Bari/Catino porterà la loro testimonianza attraverso una rappresentazione teatrale in ogni città coinvolta dal progetto. La conferenza finale si terrà a Bari e sarà il momento per valutare le realizzazioni del progetto, il suo impatto e i suoi risultati. Il progetto produrrà un volume dove verranno pubblicati i contributi più significativi scaturiti dai Cantieri.

 
 3. SVILUPPO
Ha preso il via con la conferenza di Bruxelles dello scorso 6 novembre il percorso del nuovo Interreg. Turismo sostenibile e scambio di buone pratiche gli obiettivi
Preserve: evento di lancio ad inizio febbraio
 
 

Conferenza di lancio a Bruxelles per Preserve, progetto dedicato al turismo sostenibile, a inizio febbraio 2009. Saranno presentati logo e brochure del progetto a cui partecipa in qualità di partner Eurobic. Si tratta del progetto Interreg presentato da Eurobic Toscana sud all’interno della nuova programmazione europea che ha superato il vaglio dell’Unione Europea. L’obiettivo è quello di individuare azioni per sostenere il turismo sostenibile e dunque effettuare scambio di buone pratiche. Tra i partner ci sono enti e associazioni di paesi come Romania, Lituania, Spagna, Norvegia, Austria, Danimarca. Durante l’appuntamento del 6 novembre scorso a Bruxelles, a cui ha partecipato Eurobic, in primo luogo è stata fatta una introduzione, tutti i partner hanno presentato loro stessi e le aspettative che si concentrano in primo luogo sulla ricerca di nuovi e innovativi approcci al turismo sostenibile, sulla necessità di imparare da altre regioni, sullo scambio di esperienze, sullo sviluppo di partnership con altre regioni, sulla condivisione di problemi nonché dello sviluppo di soluzioni. L’obiettivo di Preserve, infatti, è quello di creare un turismo più sostenibile nelle regioni attraverso la fornitura di strumenti di policy-makers. Ad ogni partner spetta di sviluppare un aspetto preciso. Eurobic segue le attività di comunicazione e disseminazione del progetto.

 
 4. SVILUPPO
La riunione del tavolo della camperistica si è tenuta mercoledì 10 dicembre a Poggibonsi, presso la sede dell’Eurobic
Camper: necessario incontrare le proprietà delle aziende del settore
 
 

Necessità di un incontro tra le proprietà delle aziende del camper dell’area Valdelsa e il tavolo istituzionale sulla cameristica. Questo è emerso nell’incontro che si è tenuto mercoledì scorso 10 dicembre a Poggibonsi, presso l’Eurobic. Presenti Mauro Mariotti, assessore provinciale alle Attività Economiche, Luca Rugi, sindaco di Poggibonsi, Maurizio Semplici, sindaco di Barberino Val d’Elsa, Giacomo Bassi vicesindaco di Sangimignano, Delio Niccolai per la provincia Firenze, Luca Tonini per Cna Firenze. Ed ancora, Paola Bittarello, Cgil Siena, e Marco Mantelli Cgil Firenze, Vicenzo Brancaglione, Cisl Siena, e Stefano Nuti, Cisl Firenze. Presente inoltre Alessio Bucciarelli, Agenzia Provincia Sviluppo Locale. Il confronto diretto con le proprietà è utile per capire le attività di sviluppo e l’interesse per il territorio. Già la Regione Toscana si sta spendendo in questo senso. Durante l’incontro Mariotti ha confermato il proprio impegno a supportare Regione per questo obiettivo. Confermato inoltre l’impegno a portare tutto il settore della camperistica sul tavolo governo. La riunione è stata l’occasione anche per valutare l’applicazione del Protocollo e analizzare le proprietà. Mariotti ha fatto notare che in un momento molto diverso dalla sottoscrizione, il Protocollo mantiene la sua attuale e necessità. E’ chiaro che occorre analizzare le priorità, puntare ulteriormente su innovazione, a partire dalle intenzioni delle imprese. Mariotti ha anche ricordato che la Provincia di Siena ha finanziato lo studio fattibilità per lo scalo della Zambra, attualmente in una fase stand by in attesa di indicazione gestionali da parte delle associazioni. L’amministrazione provinciale ha già pronti i fondi per la progettazione vera e propria. Così come ha disponibili 250mila euro per finanziare servizi d’innovazione di processo di prodotto qualora le aziende presentino progetti.

 
5. SVILUPPO
Il progetto che ha ricevuto un finanziamento regionale di 399.000 Euro sulla base della proposta presentata da Eurobic sul bando 1.7.1
Innovazione nel camper: continua il programma di lavoro di REICA Innovazione nel camper

 

 

Prosegue l’attività di REICA al fine di delineare gli interventi concreti da sviluppare grazie al finanziamento regionale di 399.000 Euro ricevuto sulla base della proposta presentata da Eurobic sul bando regionale 1.7.1 Docup. Gli elementi cardine su cui impiegare i contributi ottenuti sono l’assemblaggio della scocca del camper, il design di interni, lo sviluppo di sistemi intelligenti di gestione interna con la costituzione di una Piattaforma di Trasferimento Tecnologico centrata sulle necessità espresse dalle aziende. Ma si lavora anche sui materiali e l’integrazione intersettoriale, nonché sull’interdisciplinarietà. L’obiettivo è l’innovazione nel settore camperistica. Continuano dunque le azioni di Eurobic Toscana Sud per favorire la ricerca e l’innovazione nella filiera del camper e continua il lavoro di tessitura al fine di realizzare una rete che si proponga come “polo” permanente di competitività e di progettazione per il camper. Tra la fine di ottobre e il mese di novembre 2008 si sono svolti numerosi incontri di lavoro. Triganò ha impostato l’attività con il Centro per la Comunicazione e l’integrazione dei Media (MICC) dell’Università di Firenze e il Dipartimento di Tecnologie dell’Architettura e Design “Pierluigi Spadolini” Facoltà di Architettura Università di Firenze. L’ergonomia e il controllo del processo produttivo sono i temi da sviluppare. Altro elemento che emerge: la ricerca di innovazione su materiali e numerose fasi del processo produttivo. Un argomento interdisciplinare che il Dipartimento Chimica Organica Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Università di Firenze ha evidenziato con Triganò per l’incollaggio e le infiltrazioni, con Metallarte sui materiali e con Tecnowall per materiali più resistenti e leggeri. Inoltre, la sub fornitura in particolare guarda ai nuovi mercati, per esempio alla nautica.

 


www.bictoscanasud.it
staff@bictoscanasud.it
.

Località Salceto, 121
53036 Poggibonsi
Siena - Italia
tel: +39 0577 995011
fax: +39 0577 980217

.
Il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso risposta ad e-mail da noi ricevuta o da Lei rilasciataci. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall’articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo all’indirizzo: cancellami@bictoscanasud.it

Questa è la pagina dalla quale gli utenti possono iscriversi: mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news

Unsubscribe from: http://mail.bictoscanasud.it/mailman/listinfo/news